NewsTesto
  
  
  
  
  
  
  
  
  
MacroTag
  
Rubrica
  
  
507
  
Il Gruppo riceve anche quest’anno il prestigioso riconoscimento conferito da Statista in collaborazione con Il Sole 24 Ore

Anche per l'anno 2022, il Gruppo BCC Iccrea si attesta tra le realtà italiane leader della sostenibilità, una lista di 200 eccellenze stilata, in collaborazione con Il Sole 24 Ore, da Statista, azienda leader delle ricerche di mercato e specializzata in ranking e analisi di dati aziendali.

Il progetto identifica le realtà che sono riuscite più efficacemente a integrare nelle proprie pratiche aziendali scelte consapevoli di tipo ambientale, sociale ed economico, selezionate attraverso 43 indicatori di prestazione sugli ambiti rifiuti, emissione, consumo energetico, consumo idrico, certificazioni (dimensione ambientale), diversità, dipendenti, società (dimensione sociale), trasparenza, stabilità finanziaria (dimensione economica).

La ricerca ha avuto ad oggetto l'analisi della responsabilità sociale delle aziende - Corporate Social Responsibility (CSR) - e, all'interno dello studio, sono state analizzate nello specifico circa 450 grandi aziende italiane, di diversi settori, sulla base del rapporto di sostenibilità e del bilancio finanziario pubblicati.

Questo prestigioso riconoscimento testimonia ancora una volta la centralità che il Gruppo BCC Iccrea ha assegnato alla sostenibilità quale opportunità per riaffermare i principi e i valori della cooperazione di credito e continuare a perseguire la crescita responsabile dei territori in cui opera con le banche affiliate. 

Tutte le BCC aderenti al Gruppo, i cui dati confluiscono nella DCNF, possono usare il Sigillo "Leader della sostenibilità 2022" nella propria comunicazione, ovviamente mantenendo il riferimento al Gruppo BCC Iccrea.

Il Sigillo è importante non solo per comunicare a dipendenti, soci, clienti e stakeholder l'impegno profuso dal nostro Gruppo nell'ambito della Sostenibilità, ma anche per evidenziare che gli sforzi compiuti sono stati premiati, un successo che merita di essere

Consulta la lista sul sito de Il Sole 24 Ore 

Scopri tutto il nostro impegno e visita la nostra sezione  Sostenibilità  sul nuovo sito di Gruppo


No19/05/2022News19/05/2022 01:00Nessuna1;#Chi siamo;#5;#SostenibilitàGruppo BCC Iccrea/GruppoIccrea_Immagini/NewsPrimoPiano/535x380.jpg
506
  
Il racconto dello straordinario impegno del Gruppo BCC nei territori: innovazione, coesione e 130 anni di crescita responsabile e sostenibile in un clic!

È on line il nuovo sito del Gruppo BCC Iccrea, il maggiore Gruppo bancario cooperativo italiano, con 122 banche e 21 società controllate riunite sotto lo storico marchio della doppia C, ridisegnato in uno stile essenziale e più contemporaneo.

Il nuovo sito istituzionale, completamente rinnovato, vuole offrire uno spaccato approfondito e vitale del Gruppo per far conoscere e riconoscere la sua straordinaria realtà, in termini di storia e in proiezione futura.

Abbiamo voluto creare un legame virtuale con tutte le nostre BCC, una casa comune fatta di notizie condivise, dove le Banche sono tutte connesse coi loro siti a quello del Gruppo. Un collegamento esteso anche a tutte le società del Gruppo, impegnate ogni giorno al fianco delle BCC nella loro azione di supporto alle economie locali.  

Il nuovo sito di gruppo vuole essere l'espressione corale di questo grande insieme, in un habitat leggero e godibile, nel segno di una comunicazione che intendiamo rendere sempre più trasversale, integrata, pensata per rispondere ai bisogni diversi e concreti di tutti i nostri stakeholders.

Siamo appena all'inizio. Come ogni avventura, sappiamo che il meglio deve ancora venire e sarà il frutto dell'interazione con ognuno di voi. Saremo attenti a recepire tutti i vostri suggerimenti e ne faremo tesoro in un percorso di innovazione continua. C'è tanto che possiamo vivere e scoprire insieme e non vediamo l'ora di farlo. Venite numerosi, vi aspettiamo!

Si19/05/2022NewsGruppo BCC Iccrea19/05/2022 01:05NessunaChi siamoBrand/GruppoIccrea_Immagini/NewsPrimoPiano/1.Lancio sito.jpg
505
  
Dichiarazione del Presidente Giuseppe Maino


Il Consiglio di Amministrazione di Iccrea Banca ha approvato la Dichiarazione consolidata di carattere non finanziario (DCNF) 2021: 81 miliardi di finanziamenti erogati dal Gruppo nel 2021 - circa l'86% dei finanziamenti totali, pari a 94 miliardi di euro lordi - sono andati a famiglie e piccole medie imprese del territorio. Un dato in crescita del 2% sul 2020.

Lo evidenzia Giuseppe Maino, Presidente della Capogruppo, che nell'articolo uscito il 7 maggio 2022 su QN commenta così:

 "Questi risultati confermano l'impegno che il gruppo dedica ai temi della sostenibilità a partire dal fronte 'social', ma anche sotto il profilo dell'ambiente e della governance. Un elemento distintivo della nostra missione e del nostro modo di agire, e un fattore trasversale per accrescere la nostra competitività nell'azione di sostegno alle Pmi, spina dorsale dell'economia del nostro Paese, e alle famiglie".


No07/05/2022NewsGruppo BCC Iccrea07/05/2022 00:00NessunaChi siamoDichiarazioni/GruppoIccrea_Immagini/NewsPrimoPiano/Intervento_Maino.jpg
504
  
Dichiarazione del DG Mauro Pastore


L'8 aprile 2022 il Consiglio di Amministrazione di Iccrea Banca ha approvato i risultati consolidati del Gruppo BCC Iccrea al 31 dicembre 2021.

Mauro Pastore - Direttore Generale della Capogruppo, Iccrea Banca - ha commentato:

''Nonostante il perdurare della pandemia da Coronavirus, il 2021 è stato un anno di ripresa per la nostra economia e i risultati raggiunti sono il frutto di un'intensa attività delle BCC del nostro Gruppo sul territorio, dove abbiamo destinato a famiglie consumatrici e piccole e medie imprese (PMI) oltre l'85% del totale degli affidamenti. A testimoniare il sostegno, dall'inizio della pandemia abbiamo concesso moratorie per oltre 20 miliardi di euro, ora pressoché completamente rientrate, e finanziamenti di sostegno per quasi 9 miliardi.

Anche nel prossimo triennio il nostro Gruppo continuerà a perseguire la sua mission di sistema a vocazione territoriale, ampliando la gamma di servizi offerti ai clienti delle BCC, per coniugare innovazione e sicurezza. Nonostante le tensioni geopolitiche, puntiamo nel 2024 a migliorare ulteriormente la nostra asset quality, con un obiettivo di crediti deterioranti netti sotto al 2%, a perseguire una robusta posizione patrimoniale con un indicatore totale di capitalizzazione sopra al 18% e a mantenere una profittabilità coerente con la natura cooperativa del Gruppo con una redditività al 5% circa".


No08/04/2022NewsGruppo BCC Iccrea08/04/2022 00:00NessunaChi siamoDichiarazioni/GruppoIccrea_Immagini/NewsPrimoPiano/palazzo_1.jpg
503
  
Intervista al DG Mauro Pastore


Nell'intervista di Anna Messia su Milano Finanza, il Direttore Generale di Iccrea Banca, Mauro Pastore, si confronta con il contesto economico nazionale ed internazionale, sicuramente non facile, e si sofferma sulla sfida ambiziosa del Gruppo BCC Iccrea. Una sfida volta, da un lato, a preservare il rapporto privilegiato delle 123 BCC aderenti con i territori, che firma il nostro modo di fare banca, dall'altro a dare una risposta di efficienza nel nuovo contesto industriale, rafforzando il peso dei ricavi da servizi rispetto a quelli da interessi e riducendo, così, la dipendenza dal ciclo economico e beneficiando di un minor assorbimento di capitale.

 

Per essere all'altezza della risposta il Gruppo BCC Iccrea ha disegnato un solido sistema di partnership, firmando un accordo con Blackrock per l'utilizzo della loro piattaforma Alladin, nella monetica vendendo il 60% di Bcc Pay a Fsi,  nelle assicurazioni rafforzando la struttura interna con la nascita di Bcc servizi assicurativi e nella cessione del quinto, due anni fa, rilevando il 9,9% di Pitagora, il che ha portato a chiudere il 2021 con una crescita dei volumi di oltre il 100%. 

 

Ma il Gruppo mira a ridurre ancora il rapporto cost/income, aumentando ulteriormente i ricavi da servizi rispetto a quelli da interessi, dall'attuale 30% al 35% di fine piano. "Pensiamo – ha precisato il Direttore Pastore a Milano Finanza -  di rafforzare ulteriormente i servizi di supporto alla finanza straordinaria, con un aumento delle risorse che se ne occupano. Per esempio, per gestire i passaggi generazionali della pmi ma anche, eventualmente, per sostenerne lo sviluppo all'estero".

 

La formula dell'efficienza unita alla prossimità è la vera scommessa delle BCC. 


No31/03/2022NewsGruppo BCC Iccrea31/03/2022 00:00NessunaChi siamoInterviste/GruppoIccrea_Immagini/NewsPrimoPiano/Pastore%20istituzionale_verde.jpg
502
  
Intervista al DG Mauro Pastore

Nell'intervista su MoltoEconomia di Rosario Dimito, capo redattore di economia e finanza presso Il Messaggero, il Direttore generale di Iccrea Banca, Mauro Pastore, risponde alle sfide dell'attuale scenario economico indicando la strategia dell'innovazione unita alla tradizionale vicinanza al territorio come modello di sviluppo sostenibile che contraddistingue l'azione delle 123 BCC aderenti: «Il Gruppo è nato per dare maggiore stabilità patrimoniale alle BCC, consentire economie di scala e scelte strategiche a beneficio dell'azione delle banche, anno dopo anno. Per questo abbiamo investito sul fronte della tecnologia e dei sistemi di pagamento, del risparmio gestito e della cessione del quinto. E stiamo realizzando nuovi progetti sull'assicurativo e sul leasing. Queste iniziative stanno consentendo alle BCC di essere ancora più efficienti nel servizio al territorio».

I numeri lo confermano: «Il Gruppo BCC Iccrea ha visto crescere sia il margine di interesse che quello commissionale, rispettivamente di 240 e 118 milioni, arrivando poi a un Roe del 4,3% rispetto all'1,9% del 2020. A ciò aggiungiamo il percorso di innovazione digitale che il Gruppo ha avviato da tempo, per rimanere sul territorio in modo sostenibile pur conservando gli elementi di identità del credito cooperativo». Il che significa investimenti: «Nel biennio 2020-2021 abbiamo sostenuto investimenti per diverse decine di milioni, riguardanti le componenti di customer experience, sviluppo e presidio dei touch point, ammodernamento infrastruttturale web e mobile».

 Questa fase di grande trasformazione è accompagnata dal lancio della nuova identità visiva, che racchiude la storia e il futuro del Gruppo: «La scelta è stata ridisegnare in chiave moderna il tradizionale logo BCC abbinato al nodo di Salomone, la doppia C. Ci è sembrata l'opzione migliore per combinare nel modo più coerente la nostra nuova identità con quella tradizionale delle BCC sul territorio». Insomma, combinare storia e progresso non solo è possibile, ma è la missione irrinunciabile del Gruppo BCC Iccrea. 


No07/04/2022NewsGruppo BCC Iccrea07/04/2022 00:00NessunaInterviste; Brand/GruppoIccrea_Immagini/NewsPrimoPiano/Intervento_Pastore.jpg
500
  

Moody’s ESG Solutions, formerly denominated Vigeo-Eiris, communicated the correction of Iccrea’s Sustainability rating to A2 from A1.
The change incorporates the correction of an error by Moody’s ESG Solutions in relation to the sustainability rating delivered on 17 December 2021 to Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea. Other than the sustainability rating, all other information contained in the report issued on 17 December 2021 remains valid and correct. The corrected report was issued on 16 March 2022.
The Rating Agency states that Iccrea obtains a Robust rating, displaying good capacity and willingness to integrate ESG risk factors into its strategy, operations and risk management, with advanced performance on managing risks related to legal security and human capital, and robust performance with respect to operational efficiency and reputation.
The corrected rating certificate and report are available on Iccrea’s website at the following links:
Report, link here.
Rating Certificate, link here.

No17/03/2022Comunicato StampaIccrea BancaSostenibilitàChi siamo/GruppoIccrea_Immagini/News-CS/IMGDefault_ArchivioCS.jpg
499
  

Moody’s ESG Solutions, precedentemente denominata Vigeo-Eiris, ha comunicato a Iccrea Banca la correzione del Rating di Sostenibilità da A1 a A2.
La variazione incorpora la correzione di un errore di Moody’s ESG Solutions in relazione al Rating di Sostenibilità assegnato il 17 Dicembre 2021 al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea.
Ad eccezione del Rating di Sostenibilità, ogni altra informazione contenuta nel report emesso il 17 Dicembre 2021 rimane valida e corretta. Il report corretto è stato emesso il 16 marzo 2022.
L’Agenzia di Rating dichiara che Iccrea ottiene un rating Robusto, denotando una buona capacità e impegno nell’integrazione dei fattori di rischio ESG nelle proprie strategie ed attività operative e di risk management, con una performance avanzata nella gestione dei rischi connessi alla sicurezza legale ed al capitale umano, e una performance robusta con riferimento all’efficienza operativa ed agli aspetti reputazionali.
Il Certificato ed il Rating Report sono disponibili sul sito web di Iccrea ai seguenti link:
Certificato, link qui
Rating, link qui.


No17/03/2022Comunicato StampaIccrea BancaSostenibilitàBrand; Innovazione/GruppoIccrea_Immagini/News-CS/IMGDefault_ArchivioCS.jpg
498
  
 Prosegue l'impegno del Gruppo BCC Iccrea sul tema del PNRR con la realizzazione di un sito web a disposizione delle BCC e delle imprese.

È disponibile online Il sito https://pnrr.gruppobcciccrea.it, dedicato ai prodotti e alle iniziative che il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea mette a disposizione, in tutti gli ambiti oggetto del PNRR, delle imprese che operano nei territori delle BCC Affiliate. In aggiunta agli strumenti previsti dall'Europa, il Gruppo offre una consulenza completa e ulteriormente ampliata su tutta la sua offerta specialistica, ponendosi come partner di fiducia per le piccole e medie imprese dei nostri territori, supportandole nei progetti di sviluppo e nell'accesso ai contributi e ai bandi e attraverso proprie linee di credito. Un impegno volto a fronteggiare attivamente il rischio che solo le grandi imprese o le grandi stazioni appaltanti beneficino dei fondi europei.

Il sito è composto da una sezione descrittiva, che presenta l'architettura generale del Piano e la sua articolazione di dettaglio nelle 6 Missioni e nelle 16 Componenti per ciascuna di esse, con focus sulle misure previste per le PMI. Alla descrizione del PNRR si affianca l'approfondimento delle iniziative previste dal Gruppo per ciascuno degli ambiti del Piano: dai finanziamenti e servizi per le PMI nei settori del Turismo, Agroalimentare, Estero e Terzo settore ai due plafond di finanziamento specifici grazie all'accordo con Cassa Depositi e Prestiti.  

Oltre al rimando al portale ufficiale del PNRR, Italia Domani, il sito include una sezione Notizie alimentata con approfondimenti utili e news sui bandi e sulle azioni specifiche del Gruppo. Infine, la sezione Contattaci, corredata di apposito form, permette agli imprenditori interessati di stabilire un contatto diretto con gli operatori in filiale, tramite il geolocator in cui sono presenti tutte le BCC Affiliate. Un esempio di come sia possibile integrare sempre più efficacemente tecnologia e presenza sul territorio, valorizzando la nostra mission di prossimità.  

Vai al sito



Si14/03/2022NewsGruppo BCC Iccrea14/03/2022 00:00SostenibilitàChi siamoGruppo BCC Iccrea/GruppoIccrea_Immagini/NewsPrimoPiano/6.PNRR.jpg
497
  
Cresce del 40% a 50 milioni di euro il contributo 2021 di BCC Assicurazioni, compagnia del ramo danni in partnership con Cattolica Assicurazioni, che stima di chiudere il 2022 con un ulteriore +40%.

Il Gruppo BCC Iccrea ha chiuso il 2021 con una crescita della produzione complessiva nel comparto ramo danni del 13%, raggiungendo la soglia dei 170 milioni di euro di premi realizzati (150 milioni nel 2020), confermandosi tra i primi cinque operatori del mercato della bancassicurazione in Italia.

Un risultato a cui ha contribuito per circa il 30% la società BCC Assicurazioni, compagnia del ramo danni partecipata da Iccrea Banca in partnership con Cattolica Assicurazioni, che ha incrementato la propria produzione del 40% a 50 milioni di euro nel 2021 e stima di chiudere il 2022 con un'ulteriore crescita del 40% a 70 milioni di euro di raccolta.

Un ulteriore impulso alla nuova produzione danni si è avuta anche grazie ai prodotti CPI, soluzioni dedicate alla protezione di prodotti di mutuo, che hanno registrato una crescita superiore al 90% rispetto al 2020.

BCC Assicurazioni nel 2021 ha arricchito ulteriormente la proprio offerta di soluzioni assicurative, fornendo una copertura a 360° per i rischi di privati e aziende sia del terzo settore, sia del commercio che dei servizi, con prodotti dedicati alla tutela del patrimonio e della persona.

Il risultato finale dei volumi realizzati nel 2021 è stato raggiunto grazie al supporto di BCC Servizi Assicurativi, l'hub specialistico assicurativo del comparto danni a supporto alle Banche del Gruppo BCC Iccrea, che dall'agosto 2020 ad oggi ha rafforzato l'assistenza alle BCC del Gruppo sul fronte dell'immediato supporto alla rete degli sportelli delle Banche e sotto il profilo consulenziale, commerciale e di innovazione tecnologica.

Amedeo Manzo, Presidente di BCC Servizi Assicurativi, ha commentato, "Il modello di Bancassurance pensato per il Gruppo BCC Iccrea è la dimostrazione di un percorso efficace e vincente, che vede in campo BCC Servizi Assicurativi con un ruolo strategico di fulcro nella veicolazione dell'offerta sul territorio. I numeri che abbiamo raggiunto confermano la bontà di quanto intrapreso attraverso la creazione di questa rete specialistica che i clienti delle BCC del Gruppo stanno davvero apprezzando".

Scarica qui il pdf del comunicato.

Si09/03/2022Comunicato StampaGruppo Bancario Cooperativo IccreaNessuna/GruppoIccrea_Immagini/News-CS/IMGDefault_ArchivioCS.jpg
496
  
Il Gruppo è parte attiva del Credito Cooperativo nel sensibilizzare l’opinione pubblica dei territori sulle buone pratiche in tema di risparmio energetico.

​Il Gruppo BCC Iccrea, impegnato tutto l'anno nel raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità in materia ambientale, è parte attiva del Credito Cooperativo e, accanto a Federcasse, partecipa anche quest'anno alla nota campagna radiofonica "M'illumino di meno". La campagna, promossa dalla trasmissione "Caterpillar" di RaiRadio2, ha l'obiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica sulle buone pratiche in tema di risparmio energetico.

L'edizione 2022, che si svolge oggi nella Giornata del Risparmio Energetico, ha come slogan "Pedalare. Rinverdire. Migliorare" e mette al centro il ruolo propositivo e trasformativo dell'utilizzo della bicicletta e della diffusione del verde, soprattutto nel contesto urbano. Per il Gruppo BCC Iccrea è l'occasione per rilanciare il BancaBosco, un progetto nato nel novembre 2021 dall'iniziativa dei Giovani Soci del Credito Cooperativo, che prevede la raccolta e geolocalizzazione di azioni di riforestazione compiute o da compiere da parte delle BCC nei prossimi 5 anni. Insieme a questo progetto è confermato l'impegno di incentivare iniziative di mobilità sostenibile, di piantumazione e di riqualificazione del verde, tra cui anche gare di plogging (jogging e raccolta rifiuti): azioni di transizione energetica che accompagnano il tradizionale gesto simbolico dello spegnimento della luce.

11/03/2022 Giornata del risparmio energetico

Il silenzio energetico del Gruppo partirà dalle ore 19.00 di oggi: verranno spente tutte le luci esterne e le insegne del Centro Direzionale Lucrezia Romana e delle sedi di Milano, in via Revere e via Esterle, e un invito a fare lo stesso è stato rivolto alle Banche Affiliate.

L'iniziativa si salda ai molteplici progetti strutturali portati avanti dal Gruppo BCC Iccrea in materia di risparmio energetico, ne richiamiamo solo alcuni.

Nel Centro Direzionale Lucrezia Romana - certificato LEED O+M v4.1 beta a marzo 2021 con livello GOLD - sono installate le colonnine di ricarica per le auto elettriche dei dipendenti e gli Smart Locker, che consentono ai corrieri consegne multiple, diminuendo la produzione di CO2.

In 18 sedi del Gruppo - gestite dalla società del Gruppo "BCC Solutions" - è presente la raccolta differenziata dei rifiuti con l'installazione di isole ecologiche ai piani, con contenitori specifici per tutte le categorie di rifiuto: organico, indifferenziato, vetro, plastica e metallo, carta e cartone, batterie esauste e toner. Inoltre, nella sede di Lucrezia Romana sono stati anche eliminati tutti i cestini dalle postazioni di lavoro.

Sul fronte della riduzione del consumo di plastica, è in fase di ampliamento il progetto Plastic Free, che consiste nell'installazione di isole dell'acqua e nell'incentivazione all'adozione di borracce in sostituzione delle bottiglie di plastica. Ad oggi le isole dell'acqua sono presenti nella sede di Lucrezia Romana a Roma e nelle sedi di Milano, via Revere e via Esterle. Nell'ambito dello stesso progetto, gli usa e getta in plastica dei distributori automatici sono stati da tempo sostituiti da equivalenti in materia organica.

Fra i vari progetti attivi per incentivare la mobilità sostenibile, già nel 2021 è nato BancarioInBici, che anticipa il tema lanciato da questa edizione della campagna. Il Gruppo mette a disposizione dei dipendenti delle sedi di Lucrezia Romana e Milano via Esterle alcune biciclette a pedalata assistita per i propri spostamenti. In 6 mesi di "pedalate" le nostre e-bike hanno già percorso un totale di 7.850 km, evitando l'emissione nell'aria di ben 895 chilogrammi di CO2!

Anche nelle sedi a gestione indiretta, il Gruppo è attento alle politiche green adottate. Nella Sede Innovation Campus di Peschiera Borromeo (Milano) si stanno attuando molteplici soluzioni d'intervento, tra cui il relamping di tutti i corpi illuminanti e l'installazione di dispositivi con accensione e spegnimento automatico e misuratori dei consumi energetici riferiti al riscaldamento e raffrescamento degli ambienti. Il Campus è certificato LEED, in quanto realizzato secondo il sistema statunitense di classificazione dell'efficienza energetica e dell'impronta ecologica.

Scopri di più sull'impegno del Gruppo BCC Iccrea per la Sostenibilità e sfoglia tutte le News in tema

 


Si11/03/2022NewsGruppo BCC Iccrea11/03/2022 00:00SostenibilitàChi siamo; SostenibilitàInnovazione/GruppoIccrea_Immagini/NewsPrimoPiano/2.Millumino di meno.jpg
495
  
Partecipare ai Career Day vuol dire farsi conoscere, riconoscere, ricordare e scegliere.

Farsi conoscere, riconoscere, ricordare e scegliere sono alcuni degli obiettivi del Gruppo.

Per questo dal 28 febbraio al 6 marzo il Gruppo ha preso parte all'iniziativa online "Digital Recruiting Date - Financial Services & Fintech" dell'Università Bocconi di Milano.

Un'occasione per promuovere le opportunità di stage e lavoro nella nostra realtà,  raccogliere candidature, approfondire individualmente la conoscenza di potenziali candidati e comunicare a quest'ultimi i programmi e le nostre iniziative di recruitment.

All'appuntamento hanno partecipato i referenti interni Talent Acquisition & Employer Branding di Iccrea Banca, che lavorano affinché il fabbisogno di personale interno venga colmato con le migliori risorse disponibili attraverso un'analisi attenta dell'offerta del mercato. I colleghi hanno implementato per gli studenti della Bocconi una Employer Digital Area online, allestita con i materiali istituzionali del Gruppo e disponibile per tutta la durata dell'evento, e interagito con loro tramite chat e videocall durante un pomeriggio dedicato il 2 marzo.

Clicca qui per saperne di più sull'iniziativa online dell'Università Bocconi "Digital Recruiting Date - Financial Services & Fintech"

Si08/03/2022NewsGruppo BCC Iccrea08/03/2022 00:00NessunaChi siamoInnovazione/GruppoIccrea_Immagini/NewsPrimoPiano/12.Carreer-day.jpg
494
  
Nasce la BCC delle Madonie, una realtà ancor più solida, efficiente e competitiva sul territorio, con oltre 2.400 soci e 16.400 clienti.

Il Consiglio di Amministrazione di Iccrea Banca, Capogruppo del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, ha informato i cda della BCC del Mutuo Soccorso di Gangi e della BCC San Giuseppe delle Madonie di aver ricevuto l’autorizzazione della Banca Centrale Europea sul percorso aggregativo tra le due BCC.

La nuova realtà, che si chiamerà Banca di Credito Cooperativo delle Madonie e che nascerà formalmente dopo la ratifica da parte delle Assemblee straordinarie dei soci, previste entro aprile 2022, sarà operativa con 16 sportelli nell’intera area delle Madonie, in provincia di Palermo. La BCC delle Madonie conterà poi oltre 2.400 soci, più di 16.400 clienti e oltre mezzo miliardo di euro di attivi. La raccolta diretta sarà di quasi 350 milioni di euro, un patrimonio prossimo ai 50 milioni di euro e un importante profilo di solidità patrimoniale, con il CET1 al 23,89%.

L’aggregazione, che ha coinvolto due BCC espressione di una storica tradizione mutualistica sul territorio, consentirà così lo sviluppo di un modello ancora più efficace a beneficio della clientela, anche grazie alle sinergie con le strutture centrali del Gruppo BCC Iccrea, mantenendo contestualmente le caratteristiche che contraddistinguono il Credito Cooperativo verso le proprie comunità di riferimento.

“Questa fusione – commenta il Presidente della BCC San Giuseppe delle Madonie, Leonardo Gennaro – ci consentirà di realizzare una banca solida, efficiente, ben strutturata e competitiva, saprà essere ancora più vicina alle esigenze dei propri soci e clienti, sia perché adeguatamente dimensionata, sia perché, grazie al processo di fusione, si potranno valorizzare ancora più nettamente le competenze dei propri dipendenti. I territori saranno presidiati e rappresentati attraverso lo spirito mutualistico che ci contraddistingue da sempre”.

Antonio Farinella Presidente della Bcc di Gangi aggiunge: “benvenuta la notizia dell'autorizzazione da parte della BCE, ritengo che la fusione è l'evoluzione naturale della storia delle due banche, in quanto vanno ad integrarsi due realtà simili se non uguali per cultura, storia e per tipologia di popolazione. Il compito è sfidante e noi metteremo in campo tutte le nostre risorse per raggiungere l’obiettivo”.

Giuseppe Maino, Presidente di Iccrea Banca, ha concluso: “Accogliamo con soddisfazione il via libera della BCE per questo importante progetto, con cui si consegna al territorio delle Madonie un nuovo punto di riferimento bancario cooperativo e con accanto le risorse che il Gruppo BCC Iccrea mette a disposizione per assicurare risposte puntuali alle esigenze, tradizionali ed evolute, che famiglie e PMI possono esprimere”.


Si07/03/2022Comunicato StampaGruppo Bancario Cooperativo IccreaNessuna/GruppoIccrea_Immagini/News-CS/IMGDefault_ArchivioCS.jpg
493
  
Il Credito Cooperativo con le Caritas Italiana ed Europee.

"Ucraina 2022. Vicini ai bambini e agli adolescenti. Il Credito Cooperativo con le Caritas Italiana ed Europee" è l'iniziativa unitaria nazionale di raccolta fondi attivata dalle Banche di Credito Cooperativo, Casse Rurali e Casse Raiffeisen in collaborazione con Caritas Italiana, a favore del progetto di intervento umanitario – soprattutto nei confronti dei bambini e degli adolescenti - che quest'ultima sta gestendo in Ucraina e nei Paesi limitrofi (soprattutto del versante occidentale) sin dalle prime ore successive all'inizio dell'intervento militare russo.

L'iniziativa è promossa dalle Capogruppo del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea e del Gruppo Bancario Cooperativo Cassa Centrale Banca, dalla Federazione Raiffeisen dell'Alto Adige con il coordinamento di Federcasse.

Sono stati attivati tre conti correnti, con la medesima denominazione:

 "Ucraina 2022. Vicini ai bambini e agli adolescenti"

sui quali potranno confluire i contributi delle singole Banche di Credito Cooperativo, Casse Rurali, Casse Raiffeisen e dei soci, collaboratori, clienti e comunità locali nelle quali opera il Credito Cooperativo.

Di seguito le rispettive coordinate bancarie:

Iccrea Banca: IT45 P080 0003 2000 0080 0032 010

(intestato a Caritas Italiana)

Cassa Centrale Banca: IT55 M035 9901 8000 0000 0159 114

(intestato a Caritas Italiana)

Cassa Centrale Raiffeisen: IT42 F034 9311 6000 0030 0200 018

(intestato a Caritas Diocesi Bolzano – Bressanone)

In particolare, Caritas Italiana - in coordinamento con la Caritas Ucraina e altre Caritas europee, soprattutto di Polonia, Moldavia e Slovacchia – ha aperto sul territorio (nella capitale Kiev e non solo) una serie di Centri di assistenza sia per fare fronte ai bisogni immediati, che per dare ascolto e sostegno psicologico alla popolazione sconvolta dalla guerra. I Centri sono operativi anche per la distribuzione di generi alimentari, prodotti per l'igiene, acqua potabile e quant'altro. Operatori e volontari sono inoltre mobilitati per trasportare le persone più vulnerabili nelle zone più sicure.

L'iniziativa del Credito Cooperativo, nel solco della grande tradizione solidaristica delle BCC, Casse Rurali e Casse Raiffeisen italiane, intende offrire un contributo concreto e immediato alle persone più fragili, come i bambini e gli adolescenti, segnati profondamente da una situazione che gli operatori sul terreno presentano come "estremamente drammatica" e dalle conseguenze pratiche e psicologiche molto preoccupanti.

Scarica qui il pdf del comunicato. 


Si02/03/2022Comunicato StampaGruppo BCC IccreaSostenibilitàhttps://www.gruppobcciccrea.it/GruppoIccrea_Immagini/NewsPrimoPiano/7.Aiuti%20Ucraina.jpg
492
  
Una tavola rotonda con i vertici dell'industria, a confronto sul trend inarrestabile dell'economia digitale e della normativa ESG e i relativi impatti strategici.  

Oggi pomeriggio, dalle 16 alle 17, 45, il Direttore Generale di Iccrea Banca, Mauro Pastore, interviene alla XVII edizione della Convention dell'AIFIRM (Associazione Italiana Financial Industry Risk Managers), l'Associazione che dal 1999 aggrega e rappresenta le professionalità del mondo finanziario, bancario e assicurativo che si occupano di rischi nel nostro Paese.

Il Direttore Generale di Iccrea Banca, Mauro Pastore, interviene alla XVII edizione della Convention dell'AIFIRM

L'incontro ha ad oggetto "Il trend inarrestabile dell'economia digitale e ESG: il pensiero dei banchieri, dei CRO e della Vigilanza" e si confronteranno sul tema i vertici delle istituzioni e dell'industria. Luigi Federico Signorini (Direttore Generale Banca d'Italia – Presidente IVASS) e Roberto Baldoni (Direttore Generale Agenzia per la cybersicurezza nazionale - ACN) offriranno il punto di vista delle istituzioni, mentre alla tavola rotonda con Mauro Pastore dialogheranno Alessandro Foti (Amministratore Delegato e Direttore Generale FinecoBank), Mauro Senati (Presidente AIFIRM) e Marco Zilioli (Senior Risk Expert - Wolters Kluwer).

Il Direttore Generale Pastore illustrerà gli impatti strategici e normativi ESG che accompagnano l'azione delle Banche del Gruppo BCC Iccrea sul territorio e nella relazione banca – cliente, nonché le aspettative di Vigilanza sui processi di gestione dei rischi e sul business. Con particolare riguardo alla trasformazione digitale, farà riferimento, tra i vari temi, al percorso innovativo che il Gruppo sta valorizzando e agli interventi sistematici per garantire l'accessibilità dei Servizi Web della Banca, con particolare attenzione alle potenzialità delle nuove tecnologie e alla crescita del loro uso anche sui territori.

Il webinar è a partecipazione libera e le indicazioni per il collegamento sono precisate nel programma 

Scopri di più sull'impegno del Gruppo BCC Iccrea per la Sostenibilità e sfoglia tutte le News in tema.   


Si03/03/2022NewsGruppo BCC Iccrea03/03/2022 00:00SostenibilitàChi siamo; Sostenibilità/GruppoIccrea_Immagini/NewsPrimoPiano/5.Convention AIFIRM.jpg
491
  
Il plafond, da 50 milioni di euro, sarà gestito da Iccrea Banca insieme alle 11 BCC siciliane del Gruppo BCC Iccrea, e destinato alle pmi più colpite dagli effetti della pandemia.

Iccrea Banca e la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) hanno siglato un accordo per la gestione di un plafond di 50 milioni di euro da destinare alle piccole e medie imprese, operative in Sicilia, che sono state più colpite dall’emergenza sanitaria. 

Il plafond assegnato dalla BEI, che sarà avviato dal 1° marzo e gestito operativamente da Iccrea Banca, anche tramite le 11 BCC del Gruppo BCC Iccrea presenti in Sicilia, è costituito da fondi europei e regionali, messi a disposizione dalla Regione Siciliana per le PMI costituite come società di capitali con sede legale o operativa in Sicilia e che, nel 2020, hanno registrato una perdita di fatturato per almeno il 30% rispetto all’anno precedente. Nell’ambito dei 50 milioni di euro complessivi, il plafond prevede una quota di 25 milioni riservata esclusivamente alla filiera turistico ricettiva, colpita particolarmente dalla crisi pandemica.

Le risorse sono erogate nella forma di prestiti, anche in forma agevolata, per coprire le esigenze sia di liquidità o investimento delle imprese, sia di finanziamento di esposizioni esistenti. Ogni intervento prevede un taglio minimo di 500 mila euro e una soglia massima di 5 milioni di euro. Il rimborso potrà avvenire in massimo 15 anni per prestiti di liquidità, e in 20 anni in caso di investimenti, con un preammortamento di 24 mesi in entrambe i casi.

Per i finanziamenti è previsto un tasso “zero”, per quelli concessi fino a 2,3 milioni di euro ed entro i termini e limiti di applicazione del “Quadro Temporaneo per le misure di Aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale emergenza del COVID-19”, alla sezione 3.1., mentre per gli importi eccedenti è previsto un tasso fisso minimo di mercato.

Il Fondo “Emergenza Imprese” intende fornire un contributo concreto all’economia regionale ampliando l’offerta delle risorse programmate dall’Assessorato all’Economia nell’ambito dell’Obiettivo Tematico 3 del POR FESR 2014-2020 per rispondere ai fabbisogni del sistema produttivo e sostenerne la ripresa oltre il contesto emergenziale.

La Vice Presidente della BEI, Gelsomina Vigliotti commenta: “La crisi economica generata dalla pandemia ha colpito particolarmente i settori strettamente collegati al turismo, alla produzione artigianale e al commercio. Grazie allo strumento messo a punto dalla Regione Siciliana e dalla BEI insieme con il Gruppo BCC Iccrea continuiamo a sostenere le PMI Siciliane anche in questi settori, promuovendo cosi la coesione economica, sociale e territoriale, una delle priorità chiave della Banca dell’UE. Negli ultimi cinque anni, la BEI ha finanziato progetti a sostegno della coesione per quasi 91 miliardi di euro in tutta Europa.”

Per il Vicepresidente ed assessore all’economia della Regione Siciliana, Gaetano Armao  “la misura finanziaria giunge nel momento nel quale le imprese, colpite dagli effetti economici della pandemia, se da un lato debbono ancora far fronte alla crisi, dall’altro debbono preparare la ripresa attraverso investimenti  e strumenti di modernizzazione che ne rafforzino la competitività. Il Governo Musumeci ha puntato sulla collaborazione con BEI e con il sistema delle banche dì credito coooperativo di Iccrea proprio per valorizzare al meglio le risorse finanziarie disponibili e sostenere la crescita economica”.

Carlo Napoleoni, responsabile Divisione Impresa di Iccrea Banca, conclude: “Grazie a questa iniziativa il Gruppo BCC Iccrea, con le sue Banche di Credito Cooperativo in Sicilia, è pronto a dare un importante contributo a sostegno del tessuto economico locale, confermando la forte attenzione alle esigenze delle proprie comunità. Inoltre, rinnoviamo il ruolo del Gruppo a supporto delle politiche europee di coesione territoriale, insieme alle istituzioni pubbliche e gli organismi sovranazionali, nell’obiettivo congiunto di rafforzare competitività e sviluppo per le imprese e per i territori”.

Scarica qui il pdf del comunicato.

Si17/02/2022Comunicato StampaIccrea BancaSostenibilità/GruppoIccrea_Immagini/News-CS/IMGDefault_ArchivioCS.jpg
490
  

Iccrea Banca, the parent company of the Iccrea Cooperative Banking Group, and FSI signed a strategic partnership aimed at developing BCC Pay, a new player in the e-payments sector in Italy. BCC Pay is the e-payment company of the BCC Iccrea Group with about 4 million payment cards, over 200,000 POS, and about € 50 billion in payment transactions.

The agreement provides for FSI to invest in BCC Pay. Upon completion of the transaction, FSI and Iccrea Banca will hold respectively 60% and 40% of the business. The transaction is based on a valuation of up to € 500 million (including a deferred component up to € 50 million) and is subject to the authorization of the competent Authorities. Closing is expected by summer 2022.

The business will be led, as CEO, by Fabio Pugini, current General Manager. The company will benefit from a solid financial position, and from both the widespread network with the proximity to the territory of the BCC Iccrea Group, and the focus on transformational growth and track record in building large Italian fintech companies of the FSI Team.

The Italian e-payments market is growing and is characterized by below-average European penetration levels. In a context of steady innovation, the partnership represents an Italian independent project, focused on the development of BCC Pay mainly through: (i) the extension of product offerings and continuous improvement on service levels; (ii) innovation and digitization (including innovative payment methods); (iii) commercial focus on BCC Banks and their needs; (iv) enlarging the customer base to other banks and operators.

The BCC Iccrea Group is the largest Italian cooperative banking group, the fourth largest banking group in Italy by assets (with about € 175 billion assets) and the third by branches, with 128 federated BCC Banks in over 1,700 Italian municipalities and more than 2,500 branches. The agreement includes a long-term distribution contract of BCC Pay services on the network of cooperative banks, which are part of the BCC Iccrea Group.

With capital commitments of € 1.4 billion, FSI is one of the largest European funds focused on a single country and the largest Italian private equity fund. FSI has a long-standing experience in the fintech vertical, and FSI investment approach focuses on transformational growth of invested companies.

"We are very satisfied with this agreement in a sector where we want to continue to invest in innovation, technology, and infrastructures with a top-quality partner like FSI - commented Mauro Pastore, General Manager of Iccrea Banca - This transaction allows to increase the capabilities of the BCC Banks that are part of our Group to support customers, shareholders and territories, through higher offer quality and payments security. As the largest Italian cooperative banking group, we have the task of encouraging these changes, with a path that offers our customers, current and future, to keep abreast with services and needs".

"We are delighted to form a long-term partnership with the third Italian banking network. This transaction - comments Maurizio Tamagnini, FSI's CEO - confirms the role of FSI as a reference for digital growth and as a leading investor in fintech, a sector in which we have invested around € 600 million in the past four years. Digital payments are at the heart of banks' transformation and will continue to grow thanks to new products and greater diffusion".

With regard to the transaction, Iccrea Banca was assisted by Prometeia and Legance Avvocati Associati (Rome Team). FSI was assisted by KPMG (Corporate Finance Team and Deal Advisory Team), Gianni & Origoni and Studio Biscozzi Nobili Piazza.

The economic and financial benefits for the BCC Iccrea Group, once the transaction has been authorized and finalized, are estimated on an improvement in capital ratios for about 60 bps on a consolidated basis and about 350-375 bps on an individual basis.

Download here the pdf version of the press release.


Si31/01/2022Comunicato StampaIccrea BancaNessuna/GruppoIccrea_Immagini/News-CS/IMGDefault_ArchivioCS.jpg
489
  


Iccrea Banca, capogruppo del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, e FSI hanno siglato una partnership strategica finalizzata allo sviluppo di BCC Pay, una nuova realtà nel settore dei pagamenti in Italia. BCC Pay è la società di monetica del Gruppo BCC Iccrea con circa 4 milioni di carte di pagamento, oltre 200 mila POS e circa euro 50 miliardi di transato.

L'accordo prevede l'investimento di FSI in BCC Pay. Ad esito dell'operazione, FSI e Iccrea Banca deterranno rispettivamente il 60% e il 40% della società. L'operazione ha una valorizzazione fino a euro 500 milioni (inclusiva di una componente differita fino a euro 50 milioni) ed è soggetta all'autorizzazione delle Autorità competenti. Il closing è previsto entro l'estate 2022.

BCC Pay sarà guidata dall'Amministratore Delegato Fabio Pugini, attuale Direttore Generale. La società potrà contare su una solida posizione finanziaria, la capillarità e la vicinanza al territorio del Gruppo BCC Iccrea e la focalizzazione sulla crescita trasformazionale ed il track record nel costruire grandi aziende fintech italiane del Team di FSI.

Il mercato italiano dei pagamenti digitali è in crescita e presenta livelli di penetrazione ancora inferiori rispetto alla media europea. In un contesto di continua innovazione, la partnership rappresenta un progetto italiano e indipendente, focalizzato sullo sviluppo di BCC Pay principalmente attraverso: (i) l'ampliamento dell'offerta e il costante miglioramento del servizio; (ii) l'innovazione e la digitalizzazione (anche su mezzi di pagamento innovativi); (iii) il focus commerciale sulle BCC e le loro esigenze; (iv) la possibilità di allargare la customer base ad altre banche e operatori.

Il Gruppo BCC Iccrea è il maggiore gruppo bancario cooperativo italiano, il quarto gruppo bancario in Italia per attivi con circa 175 miliardi di euro e il terzo per capillarità con 128 Banche di Credito Cooperativo presenti in oltre 1.700 comuni italiani e con più di 2.500 sportelli. L'accordo prevede un contratto di distribuzione di lungo termine dei servizi di BCC Pay sul network delle BCC parte del Gruppo BCC Iccrea.

FSI, con euro 1,4 miliardi di capitale, è uno dei tre più grandi fondi europei dedicati a un singolo paese, il maggiore fondo corporate italiano, con una formula di investimento focalizzata sulla crescita trasformazionale delle aziende investite ed esperienza consolidata nel settore fintech.

"Siamo molto soddisfatti della conclusione di questo accordo in un settore dove vogliamo continuare ad investire in innovazione, tecnologia e infrastrutture con un partner di primario livello come FSI – ha commentato Mauro Pastore, Direttore Generale di Iccrea Banca – Con questa operazione accresciamo la capacità delle BCC del Gruppo di supportare al meglio i clienti, i soci e i territori, attraverso la maggiore qualità dell'offerta e la sicurezza dei pagamenti. Come maggiore gruppo bancario cooperativo italiano abbiamo il compito di favorire questi cambiamenti, con un percorso che offra ai nostri clienti, attuali e futuri, servizi al passo coi tempi e con le loro esigenze".

"Siamo lieti di entrare in una partnership di lungo periodo con la terza rete bancaria italiana. Questo investimento - commenta Maurizio Tamagnini, Amministratore Delegato di FSI - conferma il ruolo di FSI come motore della crescita digitale e investitore di riferimento nel settore fintech italiano, dove abbiamo investito circa euro 600 milioni in quattro anni. I pagamenti digitali sono al centro della trasformazione delle banche e continueranno a crescere grazie a nuovi prodotti e maggiore diffusione".

Nell'operazione, Iccrea Banca è stata assistita da Prometeia e Legance Avvocati Associati (Team Roma). FSI è stata assistita da KPMG (Team Corporate Finance e Team Deal Advisory), Gianni & Origoni e lo Studio Biscozzi Nobili Piazza.

I benefici economico-patrimoniali per il Gruppo BCC Iccrea, una volta autorizzata e perfezionata l'operazione, si stimano in un miglioramento dei coefficienti di capitale per circa 60 punti base a livello consolidato e circa 350-375 punti base a livello individuale di Iccrea Banca.

Scarica qui il pdf del comunicato


Si31/01/2022Comunicato StampaIccrea BancaNessuna/GruppoIccrea_Immagini/News-CS/IMGDefault_ArchivioCS.jpg
488
  
Le Carte degli Impegni delineano un percorso virtuoso di sostenibilità a partire dai valori e dai principi comuni del Gruppo, a garanzia del perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'ONU per il 2030.

Lo scorso 17 settembre 2021 la Capogruppo BCC Banca Iccrea ha approvato la Carta degli Impegni in materia di Ambiente e Cambiamento Climatico e la Carta degli Impegni in materia di Diritti Umani, adottate dalle BCC aderenti al Gruppo e dalle Società del perimetro diretto. Attraverso le due Carte, il Gruppo BCC Iccrea conferma la sua mission e rinnova il suo impegno concreto e responsabile nei confronti dei temi ambientali, sociali e dei diritti umani, a garanzia del perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'ONU (SDGs – Sustainable Development Goals) fissati nell'Agenda 2030.

Le Carte degli impegni

In coerenza con il Piano di Sostenibilità, la Carta degli Impegni in materia di Ambiente e Cambiamento Climatico definisce l'impegno del Gruppo in materia di impatti ambientali, diretti e indiretti, attraverso lo sviluppo di un percorso di gestione che ne persegue la riduzione, nonché la promozione di azioni e comportamenti virtuosi e la diffusione di una cultura ambientale nell'ambito delle proprie sfere di influenza. La Carta degli Impegni in materia di Diritti Umani sancisce, invece, l'impegno del Gruppo nella promozione e tutela dei diritti umani sia internamente, nelle diverse strategie ed operatività, sia presso le controparti lungo tutta la catena del valore.

Le Carte degli impegni si innestano in un percorso di forte evoluzione del Gruppo sul fronte della sostenibilità, che ha portato all'aggiornamento delle strategie sui temi ESG (Environmental, Social e Governance), fondamentale per continuare a garantire la storica azione di supporto al territorio svolta dalle BCC, e alla definizione di nuovi obiettivi di sostenibilità, coerenti con l'attuale quadro normativo e sempre più orientati a meccanismi stringenti di misurabilità e integrazione dei fattori ESG nei processi aziendali.

Per saperne di più consulta la Governance della Sostenibilità

Per tutte le altre News di sostenibilità consulta la Comunicazione 



Si27/01/2022NewsGruppo BCC Iccrea27/01/2022 00:00SostenibilitàSostenibilità/GruppoIccrea_Immagini/NewsPrimoPiano/9.Carta degli impegni.jpg
487
  
Dai nuovi impianti eolici la produzione di energia elettrica per un fabbisogno di 1.900 famiglie.


Una storia di tenacia che nasce da un borgo pugliese di poco più di 2.500 persone. Partendo da Pietramontecorvino, in provincia di Foggia, l’intraprendenza di due imprenditori (Domenico Macchiarola e Leonardo Ledonne) ha fatto nascere – siamo nel 2011 – una realtà chiamata Futura Elios, grazie all’esperienza ventennale dei due professionisti nel settore dell’energia eolica.

Ad oggi il Gruppo Futura Elios ha contribuito allo sviluppo e alla realizzazione di circa 160 MW di impianti eolici e fotovoltaici in Puglia e Molise su 50 diversi Progetti d’investimento, consolidando partnership e rapporti commerciali con importanti investitori industriali e affermati produttori di tecnologia eolica.

Oggi il Gruppo Futura Elios, che ha già realizzato 15 impianti eolici, ha davanti a sé un percorso di sviluppo, grazie anche alla collaborazione con il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea con 3 delle sue BCC aderenti. Il gruppo energetico pugliese ha infatti perfezionato un’operazione di Project Finance da 6,4 milioni di euro, dove hanno partecipato Iccrea Banca (la Capogruppo del Gruppo Iccrea) in veste di capofila del pool, la BCC di Canosa Loconia, la BCC della Valle del Trigno e la BCC di Pratola Peligna. 

L’obiettivo dell’iniziativa, oltre a provvedere al fabbisogno a medio lungo termine dell’attuale portafoglio eolico esistente, è di sostenere il programma di investimenti delle società controllate dal gruppo per 11 pale eoliche e per 1,9 MW complessivi, di cui 9 pale da 100 KW 2 da 500 KW. Ad oggi, 9 di queste pale sono state già installate (di cui una già allacciata e operativa) mentre le altre 2 verranno finalizzate nel primo trimestre del 2022.
Tutti gli impianti eolici (realizzati o in fase di costruzione) sono dislocati nella provincia di Foggia e potranno fornire complessivamente circa 6,1 milioni di KW/h all’anno di energia elettrica, pari al consumo annuale di 1.900 famiglie. L’energia prodotta eviterà inoltre l’immissione in atmosfera di 3.200 tonnellate di anidride carbonica, 10 tonnellate di metano, 16 tonnellate di ossido di diazoto e 12 tonnellate di altri contaminanti generalmente immessi nella produzione di energia elettrica da impianti tradizionali.

L’iniziativa si inserisce nel più ampio impegno da parte di Iccrea che, attraverso le sue strutture centrali, ha realizzato impieghi per 1,2 miliardi di euro verso progetti di energia rinnovabile sul territorio dal 2006 ad oggi. Mentre negli ultimi 5 anni sono stati finalizzate operazioni da 160 milioni di euro su altre attività green come la smart mobility, l’economia circolare e altri ambiti di energia pulita.
L’operazione è stata seguita inoltre da BIT S.p.A., società del Credito Cooperativo specializzata nella consulenza tecnica, ambientale e agroindustriale, e dallo studio legale DLA Piper per gli aspetti legali.

“Come Gruppo di banche attente alle esigenze del territorio da sempre vogliamo dare un segnale importante di attenzione alle iniziative che abbracciano la sostenibilità – ha dichiarato Carlo Napoleoni, responsabile Divisione Imprese di Iccrea Banca – in questa occasione siamo accanto a un gruppo di imprenditori che segue l’evoluzione del mercato da anni e con cui, insieme a loro e alle BCC coinvolte nel pool, vogliamo continuare a creare valore sul territorio e, insieme, accompagnare la fase di transizione energetica e tecnologica che, oggi ancor di più, è necessario assecondare”.

"In una fase storica in cui il sistema bancario si muove a singhiozzo nel supportare le imprese, specie le piccole realtà del Mezzogiorno, il Gruppo Iccrea ha dimostrato il coraggio e le capacità necessarie a valutare il capitale umano e i progetti, ancor prima e oltre le metriche finanziarie. Dandoci fiducia, Iccrea ci ha permesso di realizzare il nostro ‘sogno imprenditoriale’, accompagnando la nostra crescita verso traguardi ambiziosi. Tenacia e idee possono non bastare se non si incontra il giusto interlocutore bancario: grazie a Iccrea e grazie alla BCC di Canosa Loconia, alla BCC della Valle del Trigno e alla BCC di Pratola Peligna", ha concluso Domenico Macchiarola, Direttore di Futura Elios.





Si13/01/2022NewsGruppo BCC Iccrea13/01/2022 00:00SostenibilitàSostenibilità/GruppoIccrea_Immagini/NewsPrimoPiano/10.Pale eoliche.jpg
486
  
La realtà beneficiaria – la Renewable Adventure Holding – è stata costituita da 3 specialisti italiani della green economy, al rientro dopo una lunga esperienza internazionale.

Dalle Marche all'estero, e poi il ritorno. Tutto è iniziato nel 2009 ma poi, terminati gli incentivi nel fotovoltaico, i tre giovani ingegneri marchigiani specializzati in energie rinnovabili (Francesco Rongoni, oggi 47 anni, Matteo Carboni, 39 anni, e Paolo Liberatore 35 anni) nel 2012 hanno scelto di spostarsi all'estero per continuare le loro iniziative imprenditoriali, trasferendosi in Romania ma lavorando anche in Regno Unito, Francia, Bielorussia, Vietnam, Brasile, Turchia, Cile.

Poi, finalmente, dalle loro missioni internazionali ecco il rientro in Italia nel 2018, sempre con base nel territorio marchigiano, grazie anche alla ripartenza degli investimenti nel settore del fotovoltaico. Da qui nasce la Renew-CO Engineering, azienda con cui i 3 specialisti hanno proseguito le loro attività, contribuendo alla realizzazione complessiva, sia in Italia che all'estero, di 70 iniziative per un totale di oltre 2.000 MW installati, con attività di sviluppo, progettazione e realizzazione di impianti fotovoltaici.

Iccrea Banca, capogruppo del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, e Banca del Piceno (una delle 13 BCC del Gruppo operative nelle Marche) hanno individuato quindi l'opportunità di finalizzare un nuovo progetto destinando 3,6 milioni di euro alle attività dei 3 specialisti.  Si è trattato in particolare di un'operazione di Project Finance con l'obiettivo – attraverso l'avvio di una società-veicolo costituita ad hoc dai 3 soci – di costruire 8 impianti fotovoltaici installati sui tetti di sei capannoni industriali nella provincia di Pesaro Urbino.

Gli 8 impianti in costruzione – di cui 5 a Pesaro, 2 a Vallefoglia e 1 a Montellabbate – hanno complessivamente una produzione attesa di oltre 5 milioni di KWh all'anno di energia elettrica per una potenza complessiva nominale di circa 4 MW. Tutto con un ovvio sguardo all'ambiente: grazie all'avvio degli impianti sarà possibile ridurre emissioni per oltre 1.500 tonnellate all'anno di anidride carbonica, raggiungendo insieme una produzione di energia tale da soddisfare il fabbisogno energetico di circa 1.500 famiglie. Non basta, perché il progetto ha con sé ulteriori attenzioni per il territorio, prevedendo anche la rimozione, dai tetti dei capannoni prescelti, di oltre 30.000 mq di coperture in "eternit" contenenti presenti, nel pieno rispetto delle normative ambientali previste per questa attività che presenta caratteristiche particolarmente delicate.

L'iniziativa si inserisce nel più ampio impegno da parte di Iccrea che, attraverso le sue strutture centrali, ha realizzato impieghi per 1,2 miliardi di euro verso progetti di energia rinnovabile sul territorio dal 2006 ad oggi. Mentre negli ultimi 5 anni sono stati finalizzate operazioni da 160 milioni di euro su altre attività green come la smart mobility, l'economia circolare e altri ambiti di energia pulita.

L'operazione è stata seguita inoltre da BIT S.p.A., società del Credito Cooperativo specializzata nella consulenza tecnica, ambientale e agroindustriale, e dallo studio legale Gattai Minoli & Partners per gli aspetti legali e contrattuali.

"Il Gruppo Iccrea è da sempre accanto al territorio con un'attenzione particolare ai temi che riguardano la sostenibilità – ha dichiarato Carlo Napoleoni, responsabile Divisione Imprese di Iccrea Banca – è per questo che accompagniamo progetti di PMI che si dedicano in modo concreto, nei micro-territori, a progetti strategici che vanno a beneficio dell'ambiente. In questo caso si tratta di un esempio efficace di connubio tra tecnologia, conoscenza della materia, e salvaguardia delle esigenze locali, con un partner con cui ci auguriamo di proseguire collaborazioni vincenti".

"Ringraziamo Iccrea Banca che ci ha supportati finanziando le prime iniziative promosse in Italia dal nostro Veicolo di Investimento denominato Renewable Adventure e supportandoci a 360°. Siamo Certi che questa collaborazione potrà dare ulteriori frutti nell'immediato futuro. Ringraziamo inoltre BIT e Gattai Minoli & Partners per l'importantissimo contributo che ha permesso di concludere l'operazione nei tempi concordati con Iccrea Banca ", ha aggiunto Francesco Rongoni, Socio e Amministratore della Renewable Adventure Holding S.r.l.


Si12/01/2022NewsGruppo BCC Iccrea12/01/2022 00:00SostenibilitàSostenibilità/GruppoIccrea_Immagini/NewsPrimoPiano/11.Pannelli fotovoltaici.jpg
485
  
Un’ulteriore risorsa a beneficio dell’attrattività delle prossime emissioni.

Il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea ha ricevuto il suo primo rating di sostenibilità, pari ad A1 (su una scala da D3- a A1+), dalla società Vigeo-Eiris (Gruppo Moody's).

Dalla valutazione complessiva è emerso un contesto di forte attenzione del Gruppo alla sostenibilità – soprattutto se confrontato con un ampio benchmark di riferimento – con l'evidenza di molteplici punti di forza in tutti gli ambiti ESG che hanno tenuto conto anche degli ulteriori impegni pianificati per i prossimi mesi.

In particolare, nella valutazione sono state evidenziate le capacità del Gruppo di integrare i fattori ESG nelle strategie, nelle operazioni e nel processo di gestione del rischio, con avanzate prestazioni nella gestione dei rischi relativi alla sicurezza legale e al capitale umano e solide prestazioni in termini di efficienza operativa e reputazione.

Il rating di sostenibilità A1 consentirà al Gruppo da un lato di incrementare l'attrattività delle prossime emissioni e dall'altro di affermare con ancora maggiore enfasi l'attenzione agli storici valori della cooperazione di credito strettamente correlati al benessere sociale, economico e ambientale dei territori di riferimento.

Iccrea Banca, nel novembre scorso, aveva già concluso con successo la prima emissione di un social bond, del valore di 500 milioni euro e sottoscritta da circa 90 investitori.

"Il rating che ci è stato assegnato è un ulteriore e importante tassello del rilevante percorso avviato ormai più di due anni fa insieme al Consiglio di Amministrazione e ai vertici di Iccrea Banca – ha dichiarato Giuseppe Gambi, Consigliere delegato di Iccrea alla Sostenibilità.  Con questo risultato accresciamo le nostre risorse per dialogare con il mercato e con gli altri nostri stakeholder. Da oggi il nostro impegno sarà quello di accrescere l'affiancamento alle nostre 128 BCC su questi temi, al fine di sostenere con sempre maggiore concretezza l'attuazione di pratiche virtuose sul territorio, con un indirizzo comune a tutela dei valori di sostenibilità e a beneficio delle nostre comunità e dell'intero Gruppo".

Scarica il pdf del comunicato qui.


Si29/12/2021Comunicato StampaGruppo Bancario Cooperativo IccreaSostenibilità/GruppoIccrea_Immagini/News-CS/IMGDefault_ArchivioCS.jpg
484
  
Uno strumento a sostegno dello sviluppo della filiera del formaggio DOP più consumato al mondo e a beneficio dei nuovi investimenti delle aziende agroalimentari.

Iccrea Banca, capogruppo del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea (a cui aderiscono 128 Banche di Credito Cooperativo sul territorio), nell'ottica di fornire servizi e strumenti innovativi alle aziende e a supporto dello sviluppo economico del territorio, ha definito con CSQA, quale organismo di controllo del Grana Padano DOP, una convenzione diretta a favorire il pegno rotativo sulle forme di formaggio DOP, consentendo di convertire il prodotto a magazzino in garanzie utili per ottenere nuove linee di credito per gli investimenti delle aziende associate.

Si tratta, in particolare, di uno strumento dedicato alla filiera del Grana Padano DOP e che rappresenta un ulteriore volano per lo sviluppo delle piccole e medie imprese agricole. Il Grana Padano si conferma il formaggio DOP più consumato del mondo, con 5.255.441 forme prodotte nel 2020, un valore al consumo di oltre 3 miliardi di euro e una quota del 41% della produzione destinata all'export, grazie al lavoro di 40.000 addetti e 129 caseifici produttori aderenti alla filiera certificata (fonte: Consorzio Tutela Grana Padano).

Il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, con Iccrea Banca e le sue BCC sul territorio, è da sempre in prima linea nel settore dell'agribusiness. Grazie allo strumento del pegno rotativo per i prodotti agricoli e alimentari certificati DOP, che segue quello raggiunto sul settore vitivinicolo nel giugno di quest'anno, il Gruppo potrà offrire alle Banche aderenti e alle imprese agricole loro clienti un ulteriore e innovativo strumento di sostegno al credito e al loro sviluppo aziendale, in particolare a quelle appartenenti alla filiera del Grana Padano DOP.

Determinare il valore del prodotto impegnato e assicurare la consistenza e l'identità del formaggio vincolato nel tempo attraverso un'attività ispettiva sarà compito di CSQA, già organismo di controllo della DOP Grana Padano e profondo conoscitore della filiera.

L'ispezione di CSQA risponde pertanto da un lato alle esigenze delle imprese del settore agroalimentare di accedere al pegno rotativo e al contempo delle banche di avere garanzia rispetto alla quantità di prodotto impegnato, al suo valore industriale e di mercato, alla sua identificazione costante e puntuale.

Uno strumento importante, in una fase di rilancio post pandemia che guarda allo sviluppo economico del territorio in una logica di rafforzamento e consolidamento del tessuto produttivo locale di alto profilo.

"Siamo molto soddisfatti di questo accordo – dichiara Carlo Napoleoni, Responsabile Divisione Impresa di Iccrea Banca – il Gruppo Iccrea da sempre sostiene il segmento dell'agribusiness, con una quota di mercato del 9,6%. Le BCC del Gruppo dedicano all'industria agroalimentare italiana il 22,2% del totale dei propri impieghi, con una crescita complessiva dei volumi del 4,7% rispetto all'anno precedente. Un accordo di questo tipo è a sostegno delle BCC del Gruppo e delle loro aziende clienti per individuare soluzioni ancora più adeguate alle esigenze attuali e facilitare, così, lo sviluppo dei loro investimenti".

Il pegno rotativo.

Il Decreto 23 luglio 2020 istituisce il pegno rotativo per i prodotti agricoli e alimentari certificati DOP IGP come forma di garanzia diretta per ottenere nuove linee di credito.

Il pegno rotativo consente all'impresa di convertire il prodotto a magazzino in garanzie utili per ottenere l'accesso ai finanziamenti, mantenendo la possibilità di disporre del bene oggetto di pegno e di continuare ad utilizzarlo nel processo produttivo e nelle varie fasi di trasformazione del prodotto. Le aziende possono così smobilizzare il patrimonio agroalimentare custodito, che diventerà commercializzabile solo a distanza di anni.

Scarica qui il pdf del comunicato.


Si14/12/2021Comunicato StampaIccrea BancaNessuna/GruppoIccrea_Immagini/News-CS/IMGDefault_ArchivioCS.jpg
483
  
Asset in gestione stimati a fine 2022 per circa 5 miliardi di euro.

BCC Risparmio&Previdenza, la Sgr del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, e UBS Fund Management (Luxembourg) SA hanno dato vita a BCC Investment Partners SICAV.

La SICAV, che raggrupperà in un'unica piattaforma di investimento inizialmente 22 fondi dedicati alle 128 Banche di Credito Cooperativo aderenti al Gruppo Iccrea, stima asset in gestione a fine 2022 per circa 5 miliardi di euro.

L'iniziativa si inserisce nell'ambito del forte impulso voluto da BCC Risparmio&Previdenza a beneficio dei soci e clienti delle BCC del Gruppo Iccrea e dei loro territori, per accrescere l'offerta destinata alla gestione del risparmio, in questo caso con soluzioni lussemburghesi la cui gestione è delegata ad asset manager internazionali.

L'accordo prevede che la gamma di prodotti presenti nella SICAV venga commercializzata direttamente dalle BCC, mentre la Sgr del Gruppo Iccrea rivestirà il ruolo di advisor e distributore principale dei diversi comparti, a garanzia di un'offerta strutturata secondo le necessità e le caratteristiche della clientela delle BCC.

"L'avvio di BCC Investment Partners SICAV rappresenta per il Gruppo Iccrea una leva strategica – commenta Vincenzo Palli Direttore Generale di BCC Risparmio&Previdenza e Presidente del Consiglio della SICAV – grazie alla quale vogliamo accrescere ulteriormente la qualità del servizio al territorio essendo ancora più puntuali nelle sinergie con le BCC attraverso la gamma di servizi offerti. Siamo soddisfatti di avviare questo progetto con un partner solido come UBS Asset Management, a conferma di una scelta avvenuta con rigore e al tempo stesso con elementi di innovazione, ma a tutela dei valori di sostenibilità ed eticità che contraddistinguono le BCC e le esigenze dei loro clienti".

"UBS Asset Management è fiera di aver intrapreso questo percorso al fianco di un player di primaria importanza come BCC Risparmio&Previdenza – dichiara Roberto Colicci Responsabile Commerciale per il sud Europa e Benelux UBS Asset Management White Labelling Solutions - siamo certi che il connubio tra la profonda conoscenza del mercato, la capacità distributiva di BCC Risparmio&Previdenza attraverso le Bcc e la professionalità ed esperienza di UBS Asset Management in questo business genererà una partnership solida della quale potranno beneficiare tutti gli investitori della SICAV".

Scarica qui il pdf del comunicato.

Si09/12/2021Comunicato StampaBCC Risparmio e PrevidenzaNessuna/GruppoIccrea_Immagini/News-CS/IMGDefault_ArchivioCS.jpg
482
  
Coinvolte nell’operazione 33 Banche del Gruppo.

AMCO annuncia di avere sottoscritto, con 33 Banche appartenenti al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, altrettanti contratti di cessione aventi ad oggetto l'acquisizione, da parte di AMCO, di crediti non performing - in prevalenza UTP (Unlikely To Pay) - del Gruppo Iccrea.

Il pacchetto di crediti complessivamente acquisito da AMCO ha un valore lordo di bilancio (Gross Book Value) di 264 milioni di euro e comprende 222 milioni di euro di crediti verso clientela corporate e per la quasi totalità secured, originati dalla Capogruppo Iccrea Banca, Banca Sviluppo e da altre 30 Banche di Credito Cooperativo appartenenti al Gruppo. I restanti 42 milioni di euro sono costituiti da crediti leasing corporate - per la maggior parte di natura immobiliare - originati da Iccrea BancaImpresa.

Con questa operazione AMCO conferma la volontà di rafforzare la propria presenza in questo comparto in linea con le esigenze espresse dal mercato.

L'iniziativa vede AMCO per la prima volta impegnata in una transazione che coinvolge contestualmente un numero così elevato di controparti, a conferma del percorso di crescita sostenibile intrapreso dall'azienda all'interno di un mercato altamente competitivo. L'operazione, inoltre, da un lato testimonia il ruolo di stretta collaborazione svolto da AMCO insieme alle banche italiane nel realizzare percorsi di de-risking dei portafogli  NPE con l'obiettivo di instaurare relazioni di lungo periodo, dall'altro permette al Gruppo Iccrea di concludere un importante intervento, in linea con i piani di miglioramento della qualità degli attivi del Gruppo (e successivo al recente perfezionamento della cartolarizzazione di crediti in sofferenza assistita da "GACS", per 1,3 miliardi di euro) che consentirà il raggiungimento degli obiettivi finanziari programmati per il 2021.

Iccrea Banca, in qualità di Capogruppo del Gruppo Cooperativo Bancario Iccrea, ha assistito le banche coinvolte nella selezione, valutazione e negoziazione dei prezzi dei rispettivi portafogli e nella migrazione dei rapporti ceduti.

AMCO è stata assistita nell'operazione dallo studio legale BonelliErede e da Axis SpA in qualità di advisor finanziario, mentre il Gruppo Iccrea dallo studio legale Chiomenti.

Scarica qui il pdf del comunicato.


Si03/12/2021NewsGruppo BCC Iccrea03/12/2021 00:00Nessuna/GruppoIccrea_Immagini/News-CS/IMGDefault_ArchivioNews.jpg
481
  
Si è tenuto il 29 novembre il secondo incontro tra i CEO dei Gruppi bancari cooperativi europei appartenenti al Forum.

Il 29 novembre scorso, dalle 15 alle 17, si è tenuto in modalità virtuale il secondo CEOs Circle Meeting presieduto dal Direttore Generale di Iccrea Banca, Mauro Pastore, un incontro tra Amministratori Delegati e Direttori Generali dei principali Gruppi bancari cooperativi europei appartenenti all'UNICO Banking Forum: Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, Banco Cooperativo Español (Spagna), Crédit Agricole S.A. (Francia), DZ Bank AG (Germania), OP Financial Group (Finlandia) e Raiffeisen Bank International (Austria).

Nel corso dell'incontro i partecipanti hanno avuto l'occasione di presentare una panoramica sulla situazione socio-economica del proprio paese e affrontare temi di primaria importanza relativi alle principali sfide post-pandemia per il settore bancario (Next generation EU, transizione ecologica, Guida BCE sui rischi climatici, Stress Test), condividendo competenze ed esperienze nella gestione delle strutture bancarie cooperative.

Il Gruppo Iccrea dialoga con i principali Gruppi bancari cooperativi europei sulle prossime sfide post-pandemia

Il confronto tra i massimi esponenti della cooperazione di credito europea è stato aperto da un keynote speech di Mario Calderini, professore ordinario alla School of Management del Politecnico di Milano e tra i massimi esperti in Italia di finanza d'impatto e innovazione sociale. Nel suo intervento, il professore ha illustrato le potenzialità di Next Generation EU e dei PNRR nazionali di determinare un impatto sociale positivo oltre che economico a vantaggio di cittadini e comunità, sottolineando l'importante ruolo dei gruppi di credito cooperativo europei in questo contesto.

Il prossimo appuntamento è previsto per il primo semestre del 2022, in presenza a Roma compatibilmente con la situazione contingente.

Scopri di più su Unico Banking Foruum e sulle principali collaborazioni e convenzioni del Gruppo Iccrea per lo sviluppo sostenibile.



Si06/12/2021NewsGruppo BCC Iccrea06/12/2021 00:00SostenibilitàSostenibilità/GruppoIccrea_Immagini/NewsPrimoPiano/Intervento_Pastore.jpg
480
  
Prorogata la fase di raccolta delle adesioni al 31 gennaio 2022 ed estesa la partecipazione a un totale di 30 Champions.

Prosegue con successo, da parte delle Banche di Credito Cooperativo del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, la prima edizione dell'Innovation Festival BCC, il progetto finalizzato ad individuare le migliori idee imprenditoriali nel campo dell'innovation technology e facilitarne un percorso di crescita e posizionamento sul mercato.

Per dare ancora maggiore spazio ai futuri Champions selezionati dalle BCC, è stata prorogata la fase dedicata alla raccolta delle adesioni fino al 31 gennaio 2022.

Inoltre - considerata l'elevata adesione all'iniziativa - la partecipazione al Festival Day è stata estesa, da 25 Champions a 30. In quella giornata i 30 progetti imprenditoriali verranno quindi presentati a una giuria di esperti del settore, che proclamerà i 3 vincitori finali.

Come già anticipato a ottobre scorso per il lancio del progetto, possono partecipare al Festival tutti i soggetti interessati ad iniziative nel campo dell'innovazione che faranno domanda attraverso il sito www.innovationfestivalbcc.it in uno dei seguenti settori di interesse: fintech, insurtech, agritech, foodtech, digital media (e-commerce, pubblicità, comunicazione), manufacturing 4.0. Chi non è socio o cliente di una BCC potrà indicare il nome di una BCC del Gruppo Iccrea presente sul proprio territorio oppure recarsi e presentare domanda presso la stessa.

La partecipazione dei Champions alla manifestazione è a titolo gratuito.

L'iniziativa è stata realizzata con l'ausilio di Knowledge Institute e il contributo dei partner Auriga, Bain & Company, Business Integration Partner, Franklin Templeton, Hudi Digital Humanism, Iccrea BancaImpresa, Making Science e KPMG Advisory.

Scarica qui il pdf del comunicato.


Si30/11/2021Comunicato StampaGruppo Bancario Cooperativo IccreaNessuna/GruppoIccrea_Immagini/News-CS/IMGDefault_ArchivioCS.jpg
479
  
Nell’operazione coinvolte 77 banche. È la prima cessione di NPL in Italia con sottostante misto, composto da crediti non performing e da contratti di leasing, strutturata in modo da ottenere la garanzia “GACS”.

Iccrea Banca ha perfezionato con successo la quinta cartolarizzazione di crediti non performing (NPL) assistita da garanzia "GACS", cedendo una pretesa creditoria di 1,3 miliardi di euro originata da circa 7.000 debitori.

All'operazione hanno partecipato 77 Banche, di cui 74 appartenenti al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea (71 BCC, Iccrea Banca, Iccrea Banca Impresa e Banca Medio Credito del Friuli Venezia Giulia), a cui si sono aggiunte Banca Ifis, Cassa di Risparmio di Asti e Guber Banca. 

Nell'ambito dell'operazione, assume particolare rilievo la presenza di un portafoglio di circa 160 milioni di euro di pretesa creditoria di leasing immobiliare non performing, ceduto da Iccrea BancaImpresa alla società veicolo di cartolarizzazione costituita ad hoc ("BCC NPLs 2021") e dei relativi immobili ad una Lease company, società subordinata prevista dalla legge italiana sulla cartolarizzazione per la gestione del patrimonio immobiliare. L'operazione rappresenta la prima transazione in Italia con sottostante misto composto da crediti non performing e da contratti di leasing, strutturata per l'ottenimento della garanzia "GACS".

"Questa operazione rappresenta un ulteriore e significativo passo del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea nel suo processo di miglioramento dei profili di rischio e di patrimonializzazione – ha commentato Mauro Pastore, Direttore Generale di Iccrea Banca – l'iniziativa ha visto inoltre la partecipazione di diversi intermediari esterni al Gruppo, confermando il ruolo di Iccrea Banca come realtà di riferimento nel mercato in questo ambito".

L'iniziativa ha visto Iccrea Banca e J.P. Morgan AG nei ruoli di co-arrangers e placement agents dei titoli emessi, mentre doValue ha assunto il ruolo di master servicer e special servicer del portafoglio oggetto di cessione. Gli arrangers sono stati assistiti dallo studio legale Orrick Herrington & Sutcliffe, mentre le banche appartenenti al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, Cassa di Risparmio di Asti e Guber Banca dallo Studio legale iLS; lo Studio Chiomenti ha partecipato quale legale di Iccrea BancaImpresa, mentre lo studio BonelliErede ha assistito Banca Ifis. Al progetto hanno partecipato, inoltre, BNP Paribas Securities Services, Zenith Service e Prometeia. Banca Finint ha ricoperto i ruoli di corporate servicer della società veicolo di cartolarizzazione e della Lease company, computation agent, representative of noteholders e back-up master servicer.

I titoli Senior e i titoli Mezzanine hanno ottenuto il rating da parte delle agenzie coinvolte nell'operazione: rispettivamente, per i titoli Senior, un giudizio Baa2(sf) da parte di Moody's Italia, BBB(sf) da Scope Ratings GmbH e BBB(sf) da ARC Ratings S.A, mentre per i titoli Mezzanine, il rating Caa2 da parte di Moody's, CCC da parte di Scope e CCC+ da ARC.

Iccrea Banca, nel ruolo di co-arranger dell'operazione, ha supportato le Banche partecipanti nell'individuazione del perimetro dei crediti oggetto di cessione, ha coordinato le attività di due diligence e redazione del business plan poste in essere dal Servicer, assicurando altresì la gestione del processo di analisi con le agenzie di rating e la strutturazione dell'operazione. Iccrea Banca provvederà inoltre a gestire, per conto delle Banche partecipanti, la procedura per la concessione della garanzia presso il Ministero dell'Economia e delle Finanze.


Scarica qui il comunicato in pdf.

Si29/11/2021Comunicato StampaIccrea BancaNessuna/GruppoIccrea_Immagini/News-CS/IMGDefault_ArchivioCS.jpg
478
  
Uno strumento ulteriore a beneficio delle 128 BCC del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea per essere al fianco delle proprie comunità e di PerMicro che amplia così la sua presenza territoriale.

PerMicro e Iccrea Banca hanno perfezionato un'intesa per favorire l'accesso al credito sul territorio e l'inclusione finanziaria di soggetti in situazione di vulnerabilità economica.

Quello siglato è dunque un accordo che vede la collaborazione di PerMicro e delle 128 Banche di Credito Cooperativo aderenti al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, per mettere a disposizione delle comunità locali servite dalle BCC lo strumento del microcredito alle micro imprese, ai singoli privati e alle famiglie che necessitano di accedere al credito.

Quello del microcredito è un ambito dove il Gruppo Iccrea è il primo player bancario realizzando nel quinquennio 2015-2020 finanziamenti per oltre 70 milioni di euro, accogliendo al contempo oltre 3.000 richieste (dati riferiti al periodo maggio 2015 – 2020, dalla Sezione Microcredito del Fondo di Garanzia PMI).

PerMicro invece è l'intermediario finanziario specializzato in microcredito più importante in Italia e opera su tutto il territorio nazionale con una chiara mission di inclusione sociale. Dalla sua nascita nel 2007, PerMicro ha erogato 31.206 crediti per un valore di oltre 237 milioni di euro, contribuendo a sostenere numerose famiglie in difficoltà temporanea e favorendo l'occupazione e lo sviluppo di attività imprenditoriali in diversi settori.

Secondo il Rapporto Annuale 2020 dell'ISTAT, la pandemia in corso si è innestata su una situazione sociale con forti e crescenti disuguaglianze. Tali disuguaglianze pesano in maniera particolare sulle opportunità individuali, sulla partecipazione al mercato del lavoro, sui nuclei famigliari.  Sulle famiglie grava anche una certa vulnerabilità finanziaria causata da un sistema produttivo che potrebbe essere fortemente impattato dalla crisi di liquidità determinata dal lockdown.

L'iniziativa tra le due parti si inserisce dunque in questo contesto, dove con l'intesa con PerMicro il Gruppo Iccrea, secondo il proprio Piano di Sostenibilità, ha l'obiettivo di accrescere la qualità dell'assistenza alle proprie comunità locali e, insieme, il numero di BCC del Gruppo che favoriscono percorsi dedicati al microcredito e all'inclusione finanziaria per micro-imprese, PMI e famiglie.

Oltre alle attività legate ai prestiti sul territorio, l'accordo prevede l'avvio di incontri specifici a livello nazionale e locale, dedicati alla promozione del microcredito imprenditoriale e sociale, nonché alla formazione del personale delle BCC.

"Siamo estremamente orgogliosi di questa nuova collaborazione con il Gruppo Iccrea Banca. PerMicro trova che Iccrea Banca S.p.A. sia un partner ideale per parlare di prossimità e per esprimere al meglio la nostra complementarietà al sistema bancario: il credito cooperativo è storicamente quello maggiormente radicato al territorio, alle piccole realtà, ai piccoli paesi. Questo legame è assai prezioso anche per chi, come noi, cerca di poter offrire il proprio supporto e la propria assistenza, ad un numero sempre maggiore di persone in difficoltà ad accedere credito bancario, per mancanza di uno storico creditizio o di garanzie. Grazie a questa intesa, contiamo di raggiungere un numero molto più elevato di giovani, famiglie, startup e piccole attività imprenditoriali; nonché di aiutarli, attraverso i nostri piccoli finanziamenti e servizi di microfinanza, a contribuire alla ripartenza del nostro paese" afferma l'Amministratore Delegato di PerMicro, Benigno Imbriano.

"Come Banche di Credito Cooperativo abbiamo la delicata responsabilità di accompagnare lo sviluppo sostenibile di un territorio  – afferma Giuseppe Maino, Presidente di Iccrea Banca – e con l'accordo con un partner come PerMicro, che si inserisce nel Piano di Sostenibilità del nostro Gruppo, vogliamo accrescere il numero delle BCC che offrono soluzioni in grado di accogliere le esigenze delle nostre comunità e, grazie anche all'expertise del nostro partner, fare in modo che ogni Banca del Gruppo sostenga efficacemente un'iniziativa di microimpresa o le necessità finanziarie delle famiglie".


Scarica qui il pdf del comunicato stampa.

Si29/11/2021Comunicato StampaIccrea BancaSostenibilità/GruppoIccrea_Immagini/News-CS/IMGDefault_ArchivioCS.jpg
477
  
L’operazione finalizzata è volta a accrescere l’attenzione dell’azienda catanese, leader nel settore automotive, verso processi produttivi sostenibili e di forte attenzione all’ambiente.

Iccrea BancaImpresa, la banca dedicata al ramo leasing del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, ha perfezionato un’operazione di finanziamento a beneficio dell’azienda TRA.FI.ME. S.p.A, del valore complessivo di 3 milioni di euro. L’operazione consentirà all’azienda catanese, specializzata nel settore automotive, di accrescere il proprio impegno sotto il profilo dell’attenzione alla sostenibilità, aumentando la capacità produttiva e la gamma dei prodotti realizzati ma, al contempo, ridimensionando l’impatto ambientale ed energetico. Con il finanziamento TRA.FI.ME. ha proceduto all'acquisto di una pressa ad alte prestazioni, da 1.100 tonnellate, prodotta dalla multinazionale Feintool, leader mondiale per la tecnologia dedicata alla tranciatura fine.

Il finanziamento ha visto coinvolta anche la BCC di Pachino di cui l’azienda è cliente e che ha già assistito la società – anche in sinergia con la Capogruppo Iccrea Banca – in occasioni passate. Per la pianificazione finanziaria e dei programmi di investimento, invece, l’operazione è stata perfezionata con il contributo di Medietica SpA, di cui TRA.FI.ME. è cliente da anni.

TRA.FI.ME. nasce nel 1967 a Misterbianco (CT) dove inizialmente si occupava di tranciatura convenzionale, specializzandosi poi in tranciatura fine. L’azienda si è distinta fin da subito per l’elevata qualità degli stampi e, grazie a queste doti di progettazione e per la costante ricerca della qualità, ha ottenuto risultati ragguardevoli. Due esempi di questo percorso sono presenti nella memoria storica del nostro Paese, con la produzione del gettone telefonico della SIP, che ad oggi è la serie più grande mai prodotta dalla tranciatura fine, ed il conio della prima moneta bimetallica del mondo, le 500 Lire. Oggi TRA.FI.ME. è fornitore di riferimento per i più importanti gruppi mondiali nel mercato automotive. 

“TRA.FI.ME. investe costantemente in nuova tecnologia e la sua capacità tecnologica insieme all’organizzazione e alla qualità del personale costituiscono l’asset più importante dell’impresa”, dice Luca Coffa, Presidente di TRA.FI.ME. S.p.A. “gli ultimi cinque anni sono stati caratterizzati da investimenti molto importanti che hanno permesso di affermarci come punto di riferimento fondamentale nella componentistica per auto in Europa. Grazie a Feintool, Iccrea BancaImpresa e Medietica, è stato possibile pianificare e realizzare questo nuovo impianto, che rappresenta indubbiamente una svolta nell’ambito dei sistemi di tranciatura in termini di performance produttive e di riduzione dei costi di produzione con raggiungimento di tolleranze uniche al mondo. Questo connubio rende unico nel suo genere questo impianto produttivo in linea con la politica degli investimenti tenuti sino ad oggi in TRA.FI.ME.”.

“Iccrea BancaImpresa attribuisce una fondamentale importanza allo sviluppo del mercato delle imprese clienti delle BCC”, commenta Enrico Giancoli Direttore Generale di Iccrea BancaImpresa. “Per il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, insieme alle BCC sul territorio, è essenziale essere accanto alle aziende che esprimono l’eccellenza in business nevralgici per il nostro tessuto imprenditoriale, come quello della componentistica, dove vogliamo continuare a sostenere la loro solida presenza produttiva nelle filiere sia nazionali che internazionali”.


Si23/11/2021Comunicato StampaIccrea BancaImpresaNessuna/GruppoIccrea_Immagini/News-CS/IMGDefault_ArchivioCS.jpg
1 - 30Successiva
18 marzo 2020
Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea

Coronavirus: le BCC del Gruppo Iccrea aderiscono alla raccolta di sistema del Credito Cooperativo a sostegno dei reparti di terapia intensiva e sub-intensiva degli ospedali italiani. Obiettivo: realizzare almeno un’iniziativa per regione.

La sede del Gruppo si illumina con i colori della bandiera italiana: un piccolo segnale simbolico per esprimere vicinanza a tutte le comunità locali del Paese.

Le 136 BCC del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, il quarto gruppo bancario italiano per attivi presente in 1.759 comuni italiani, aderiscono alla raccolta fondi organizzata con il supporto di Federcasse e in coordinamento con il Ministero della Salute, che coinvolgerà tutte le aziende del Credito Cooperativo, il personale, i soci, i clienti e le comunità locali su tutto il territorio nazionale con l'obiettivo di rafforzare le unità di terapia intensiva e sub-intensiva degli ospedali ed eventualmente acquistare apparecchiature mediche.

L'auspicio è quello di poter realizzare almeno un'iniziativa per regione, con attenzione prioritaria a quelle che stanno maggiormente soffrendo per la diffusione del contagio.

Le BCC del Gruppo Iccrea sono presenti in 421 comuni della Lombardia, 270 del Veneto, 230 del Lazio e 121 dell'Emilia-Romagna. In Lombardia sono 85 i Comuni dove le BCC del GBCI rappresentano l'unica realtà bancaria, in Veneto 27, in Lazio 17.

In particolare, ogni BCC del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea potrà versare e invitare soci, dipendenti, clienti e comunità locali ad effettuare un versamento sull'apposito conto corrente aperto presso Iccrea Banca: IBAN IT84W0800003200000800032006.

Con l'occasione dell'avvio di questa iniziativa, la sede del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea si illuminerà ogni sera con i colori della bandiera nazionale: un piccolo segnale simbolico del Gruppo per esprimere solidarietà e vicinanza in un momento così drammatico per il Paese.

 "L'Italia è oggi messa davanti a una prova dolorosa e difficilissima – commenta Giuseppe Maino, Presidente di Iccrea Banca – attraverso l'adesione a questa iniziativa unitaria di solidarietà del credito cooperativo desideriamo come Gruppo Iccrea dimostrare la nostra vicinanza e la nostra attenzione a tutte le comunità delle 19 regioni dove siamo presenti e a tutti coloro che lavorano e combattono per sconfiggere questa terribile epidemia, in particolar modo il personale sanitario. Le BCC, come da più di cento anni a questa parte, sapranno dimostrare una volta ancora il loro concreto sostegno ai territori, alle famiglie e alle imprese. Anche la decisione di illuminare con il Tricolore la nostra sede vuole essere un piccolo gesto simbolico in questa direzione".

"Questa iniziativa - aggiunge Mauro Pastore, Direttore Generale di Iccrea Banca – è una concreta testimonianza che nei momenti difficili il Credito Cooperativo sa ritrovare la concordia. Siamo consapevoli che dopo questa terribile crisi sanitaria dovremo affrontare una difficilissima fase economica e ci stiamo preparando per dare tutto il supporto possibile alle famiglie e alle imprese italiane. La nostra gratitudine va anche alle migliaia di collaboratori di tutte le BCC aderenti al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea che stanno assicurando i servizi bancari di cui famiglie e imprese hanno bisogno".

Scarica il comunicato stampa completo.


Titolo

Coronavirus: le BCC del Gruppo Iccrea aderiscono alla raccolta di sistema del Credito Cooperativo a sostegno dei reparti di terapia intensiva e sub-intensiva degli ospedali italiani. Obiettivo: realizzare almeno un’iniziativa per regione.

NewsAbstract

La sede del Gruppo si illumina con i colori della bandiera italiana: un piccolo segnale simbolico per esprimere vicinanza a tutte le comunità locali del Paese.

NewsTesto

Le 136 BCC del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, il quarto gruppo bancario italiano per attivi presente in 1.759 comuni italiani, aderiscono alla raccolta fondi organizzata con il supporto di Federcasse e in coordinamento con il Ministero della Salute, che coinvolgerà tutte le aziende del Credito Cooperativo, il personale, i soci, i clienti e le comunità locali su tutto il territorio nazionale con l'obiettivo di rafforzare le unità di terapia intensiva e sub-intensiva degli ospedali ed eventualmente acquistare apparecchiature mediche.

L'auspicio è quello di poter realizzare almeno un'iniziativa per regione, con attenzione prioritaria a quelle che stanno maggiormente soffrendo per la diffusione del contagio.

Le BCC del Gruppo Iccrea sono presenti in 421 comuni della Lombardia, 270 del Veneto, 230 del Lazio e 121 dell'Emilia-Romagna. In Lombardia sono 85 i Comuni dove le BCC del GBCI rappresentano l'unica realtà bancaria, in Veneto 27, in Lazio 17.

In particolare, ogni BCC del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea potrà versare e invitare soci, dipendenti, clienti e comunità locali ad effettuare un versamento sull'apposito conto corrente aperto presso Iccrea Banca: IBAN IT84W0800003200000800032006.

Con l'occasione dell'avvio di questa iniziativa, la sede del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea si illuminerà ogni sera con i colori della bandiera nazionale: un piccolo segnale simbolico del Gruppo per esprimere solidarietà e vicinanza in un momento così drammatico per il Paese.

 "L'Italia è oggi messa davanti a una prova dolorosa e difficilissima – commenta Giuseppe Maino, Presidente di Iccrea Banca – attraverso l'adesione a questa iniziativa unitaria di solidarietà del credito cooperativo desideriamo come Gruppo Iccrea dimostrare la nostra vicinanza e la nostra attenzione a tutte le comunità delle 19 regioni dove siamo presenti e a tutti coloro che lavorano e combattono per sconfiggere questa terribile epidemia, in particolar modo il personale sanitario. Le BCC, come da più di cento anni a questa parte, sapranno dimostrare una volta ancora il loro concreto sostegno ai territori, alle famiglie e alle imprese. Anche la decisione di illuminare con il Tricolore la nostra sede vuole essere un piccolo gesto simbolico in questa direzione".

"Questa iniziativa - aggiunge Mauro Pastore, Direttore Generale di Iccrea Banca – è una concreta testimonianza che nei momenti difficili il Credito Cooperativo sa ritrovare la concordia. Siamo consapevoli che dopo questa terribile crisi sanitaria dovremo affrontare una difficilissima fase economica e ci stiamo preparando per dare tutto il supporto possibile alle famiglie e alle imprese italiane. La nostra gratitudine va anche alle migliaia di collaboratori di tutte le BCC aderenti al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea che stanno assicurando i servizi bancari di cui famiglie e imprese hanno bisogno".

Scarica il comunicato stampa completo.


NewsInEvidenza

Si

NewsData

2020-03-17T23:00:00Z

NewsCollegamento

NewsTipologia

Comunicato Stampa

Visibile

Yes

Azienda

Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea

DataInizioPubblicazione

DataFinePubblicazione

Area

MacroTag

Rubrica

ImgPrimoPiano

/GruppoIccrea_Immagini/News-CS/IMGDefault_ArchivioCS.jpg
Allegati