SostenibilitaFinanza sostenibile51



Per saperne di più sulla finanza sostenibile ci puoi contattare a:
ESG@iccrea.bcc.it

 

Nel contesto dell’Unione europea, la finanza sostenibile persegue la crescita economica attraverso finanziamenti che riducono le pressioni sull’ambiente e tengono conto degli aspetti sociali e di governance. il legame tra etica e finanza si concretizza nell’unione delle dimensioni sintetizzate dall’acronimo ESG: Environmental, Social e Governance: laddove tali dimensioni sono presenti, è possibile realizzare investimenti socialmente responsabili in grado di migliorare l’economia reale e di contribuire alla stabilità a lungo termine del sistema finanziario.

Gran parte delle politiche europee stanno in effetti indirizzando le risorse finanziarie, sia pubbliche sia private, verso investimenti ed impieghi sostenibili. Non è solo un orientamento etico, ma un principio che guiderà la crescita e lo sviluppo economico e sociale futuro, sulla base di una nuova consapevolezza: gli investimenti sostenibili e responsabili mostrano rendimenti interessanti. 

Il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea è fortemente impegnato in questa direzione di crescita e ha tra i suoi obiettivi prioritari e costitutivi lo sviluppo di una finanza responsabile e sostenibile nei territori in cui opera. Nel nostro caso si tratta, quindi, di obiettivi in continuità con l’identità e i valori storici delle Banche di Credito Cooperativo e con la scelta di costruire il “bene comune”.

Realizzare, accanto a un rendimento economico finanziario, un vantaggio ambientale e sociale condiviso è parte integrante della mission del Gruppo e del dna cooperativo e mutualistico delle nostre banche. Lo scopo del Gruppo è essere motore bancario del cambiamento sostenibile e socialmente inclusivo dei modelli di sviluppo delle comunità locali, con il fine di rafforzare il suo ruolo sociale presso i territori in cui operano le BCC affiliate, promuovendo un impatto sociale positivo e una transizione ecologica che non lasci indietro nessuno.

Politica di Gruppo in materia di integrazione dei rischi di sostenibilità nella prestazione dei servizi di investimento

In questo contesto, e in recepimento del Regolamento (UE) 2019/2088 (cd. SFDR – Sustainable Finance Disclosure Regulation), si colloca la Politica del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea sull’integrazione dei fattori ambientali, sociali e di governance (ESG) nella prestazione dei servizi di investimento

Consulta l'estratto della Politica in materia di investimenti sostenibili

In base alla Politica, il Gruppo si impegna a contribuire a uno sviluppo economico sostenibile privilegiando, nelle proprie scelte di investimento, le imprese che adottano prassi virtuose centrate sull’impiego di metodi produttivi rispettosi dell’ambiente, sulla garanzia di condizioni di lavoro inclusive e attente ai diritti umani e sull’adozione dei migliori standard di governo d’impresa.

In particolare, la Politica ha l’obiettivo di promuovere all’interno del Gruppo e nei confronti degli stakeholder la conoscenza in materia di investimenti ESG, di favorire l’applicazione di principi e processi di investimento responsabili e di evitare investimenti non in linea con i principi di etica ed integrità che costituiscono il fondamento del modo di operare del Gruppo.

 

Green, Social and Sustainability Bond Framework

In questa direzione Iccrea Banca ha formalizzato il proprio Green, Social and Sustainability Bond Framework, funzionale alla emissione di obbligazioni «ESG» da collocare sui mercati domestici e internazionali a valere sul Programma EMTN, in linea con i Green Bond Principles e con i Social Bond Principles emanati dall’ICMA (International Capital Market Association) nel 2021.

Consulta il Framework e la Second Party Opinion

Per saperne di più sull’emissione del primo Social Bond del Gruppo clicca qui




Che cosa si intende con "educazione finanziaria"?

Per educazione finanziaria, assicurativa e previdenziale, si intende il processo attraverso il quale le persone migliorano la loro comprensione degli strumenti e dei prodotti finanziari e sviluppano le competenze necessarie ad acquisire una maggior consapevolezza dei rischi e delle opportunità finanziarie

(Legge di conversione 17 febbraio 2017, n. 15, art. 24 bis)