Dichiarazione Consolidata non FinanziariaSostenibilitaDCNF50

Per saperne di più sulla DCNF scrivici a:
DNF@iccrea.bcc.it e ESG@iccrea.bcc.it


La DCNF 2021

ll Consiglio di Amministrazione di Iccrea Banca ha approvato la Dichiarazione Consolidata Non Finanziaria (DCNF) 2021 del Gruppo BCC Iccrea.

Il documento evidenzia l'impegno del Gruppo nelle azioni a beneficio dei territori e delle comunità locali, in continuità con i principi mutualistici propri del Credito Cooperativo: circa l'86% dei finanziamenti erogati, per circa 81 miliardi di euro lordi su 94 complessivi, sono stati destinati a famiglie e a piccole e medie imprese, con un incremento di circa il 2% rispetto al precedente esercizio.

Leggi il Comunicato Stampa

La DCNF 2020

 


Il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, per il tramite delle BCC Affiliate, persegue la crescita responsabile e sostenibile del territorio nel quale opera e la scelta di costruire il bene comune, come espresso nell’art. 2 dello Statuto tipo delle BCC del Gruppo.

In coerenza con la vision del Gruppo, la Dichiarazione Consolidata Non Finanziaria (DCNF) dell’esercizio 2020 evidenzia la mobilitazione del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea per rispondere concretamente alla crisi generata dalla pandemia.

A cominciare dall’adesione delle BCC del Gruppo alle iniziative pubbliche. Riguardo alle moratorie, le 132 BCC e le Società del perimetro diretto hanno erogato finanziamenti pari al 97,7% delle richieste ricevute. Al di là delle previsioni normative, che hanno originato più di 200 mila moratorie, le BCC del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea ne hanno deliberate 47.155 in più - pari circa ad un ulteriore 22 per cento - per sostenere il territorio del quale sono espressione.

Fra le iniziative relative agli impatti ambientali indiretti - connessi alle attività di business ambientale - si registra un controvalore erogato di oltre 160 milioni di euro, con una crescita rispetto al 2019 di oltre il 125%. La raccolta di fondi green ha superato i 320 milioni di euro, con un incremento del 30%. Riguardo agli impatti diretti, il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea complessivamente ha ridotto del 17% le emissioni di gas che hanno impatto sul clima. Inoltre, c’è stato un aumento dell’8% dell’uso di fonti rinnovabili nei consumi di energia elettrica.

Rispetto alla buona governance, le 132 Banche di Credito Cooperativo Affiliate al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, al 31 dicembre 2020, contavano più di 825.000 soci, con un incremento di oltre il 2% rispetto al precedente esercizio. La crescita della base sociale rappresenta un segnale positivo, se messa in relazione al contesto emergenziale. Denota la fiducia che i soci continuano ad accordare alle Banche del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea ed è, al tempo stesso, un segno della volontà di partecipazione all’impresa bancaria.

Nelle BCC del Gruppo vige una governance cooperativa e mutualistica più del 50% dell’attività di rischio è a favore dei soci, almeno il 95% degli impieghi è destinato a soggetti residenti o operanti nel territorio di competenza, almeno il 70% degli utili è destinato a riserva legale, il 3% degli utili è destinato a un fondo mutualistico per la promozione e lo sviluppo della cooperazione.

Nel 2020 il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea ha sostenuto i territori con oltre 500 milioni di euro: 470 milioni di euro sono stati distribuiti alla pubblica amministrazione e alla collettività, 30 milioni di euro sono stati devoluti in beneficenza e sponsorizzazioni.

A marzo del 2020 il Consiglio di amministrazione di Iccrea Banca ha approvato il Piano di Sostenibilità di Gruppo 2020-2023 e lo ha inserito nel Piano Industriale. Si tratta del primo esercizio che vede l’integrazione degli obiettivi di sostenibilità con gli obiettivi industriali e strategici.

Sviluppo economico, sociale e protezione dell’ambiente sono i pilastri che ci vedono impegnati, oggi più di ieri, per essere le banche di inclusione e di futuro.

Per saperne di più, leggi la Lettera agli stakeholder e consulta il documento integrale della DCNF 2020

Per le dichiarazioni non finanziarie degli anni passati, accedi all’Archivio.

Per ripercorrere il racconto completo del 2019 clicca qui.

Per lo Stakeholder engagement clicca qui

I numeri della DCNF 2020

Le BCC del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea sono sostenibili da sempre e oggi sono impegnate nella sfida globale per un nuovo futuro. Scopri i numeri che raccontano la vita delle nostre comunità in chiave ESG (Environmental/Social/ Governance).

 
 
 
 

Scarica l'infografica

Analisi di materilità

L’analisi di materialità (o rilevanza) è il processo volto a identificare e prioritizzare i temi ESG (Environmental, Social and Governance) da focalizzare quali prossimi obiettivi strategici del Gruppo e da rendicontare nella Dichiarazione Consolidata Non Finanziaria, in ottemperanza a quanto previsto dal D. Lgs. n. 254/2016 e dallo standard di rendicontazione del Global Reporting Initiative (GRI). Prioritari sono i temi che riflettono i maggiori impatti sullo sviluppo economico, sulla sostenibilità ambientale e sulla coesione sociale.

Il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea orienta le sue attività verso un modello di business sostenibile ed etico, improntato al miglioramento continuo del rapporto con il cliente, considerato non solo nella sua dimensione individuale, ma anche e peculiarmente nella sua appartenenza alla comunità. Per questo l’analisi di materialità è indispensabile per avvicinare il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea alle aspirazioni dei diversi soggetti coinvolti (interni ed esterni). 

Non si tratta solo di un obbligo di legge, ma di uno strumento per valorizzare la mission statutaria e concreta delle BCC, attraverso la promozione di comportamenti e iniziative che migliorino in modo significativo, direttamente o indirettamente, la realizzazione del bene comune. Tra gli esempi più indicativi, hanno evidenza l’attenzione alle modalità di lavoro dei dipendenti, le erogazioni sul territorio, i progetti di inclusione sociale, il risparmio energetico, l’innovazione.

L’analisi di materialità viene realizzata attraverso il dialogo e il coinvolgimento sistematico di tutti i soggetti portatori di interesse: lo stakeholder engagement.

La rilevazione dei temi ESG prioritari per il Gruppo è effettuata attraverso un apposito questionario - il questionario di materialità – con cui i portatori di interesse interni ed esterni - non solo dipendenti, clienti e soci, ma anche, organi di stampa, associazioni, singoli cittadini - sono invitati a dare il loro contributo attribuendo a ciascun fattore di sostenibilità un grado di rilevanza che ne definisce il posizionamento nella matrice di materialità.

I risultati dell'analisi di materialità 2020 

La rilevazione dei temi prioritari da includere nella DCNF 2020 del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, avviata con la pubblicazione dell’apposito questionario, si è conclusa il 10 novembre 2020. A chiusura del processo sono state rilevate 1344 compilazioni, che hanno evidenziato una crescita decisa di partecipazione.​

Di seguito puoi esaminare i risultati dell’analisi e la matrice di materialità.

L’attività di valutazione dei temi materiali si è concretizzata con la definizione della matrice di materialità, all’interno della quale i temi materiali sono posizionati lungo due assi cartesiani:

  • le ascisse riflettono la rilevanza interna, vale a dire la significatività degli aspetti per gli stakeholder interni del Gruppo Iccrea (comprese le BCC Affiliate);
  • le ordinate riportano la rilevanza esterna, ovvero la significatività degli aspetti per i principali stakeholder esterni del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea.
Per saperne di più consulta la DCNF 2020 (pp. 56 ss.).

  
  
  
  
  
  
  
  
1
  
29/10/2021CNFS 2020_ENG
2
  
30/06/2021DCNF 2020 ITA
3
  
07/08/2020DCNF 2019 ITA
4
  
07/08/2020DCNF 2019 Sintesi
5
  
17/07/2019Consolidated Non Financial Statement
6
  
19/06/2019DNF Ita 2018
7
  
18/07/2018DNF 2017DNF 2017